September 9, 2019 / 10:52 AM / a month ago

Borsa Milano in lieve rialzo, bene banche, cala Atlantia, vendite Recordati

MILANO, 9 settembre (Reuters) - La Borsa di Milano si muove in range stretto nel terreno positivo, in un mercato che al momento non sembra intenzionato a prendere posizione prima dell’incontro Bce, in programma giovedì.

Sede della Borsa di Milano, Italia. REUTERS/Stefano Rellandini

Secondo un sondaggio Reuters, realizzato la scorsa settimana, gli economisti prevedono nuove misure espansive, che includono un taglio del tasso sui depositi di 10 pb a -0,5% e la ripresa del ‘quantitative easing’ a ottobre.

Oggi è previsto, alla Camera dei deputati, il voto di fiducia sul nuovo governo M5s-Pd guidato da Giuseppe Conte. In entrambe le Camere la maggioranza ha i numeri per l’approvazione.

Il discorso di Conte, dicono i trader, conferma l’approccio più moderato del nuovo esecutivo, senza aggiungere novità sostanziali a quanto atteso.

Banche in rialzo dopo la partenza debole, l’indice di settore si porta sui massimi di seduta un attimo prima dell’inizio del discorso di Conte, e rimane su quei livelli. In realtà il mercato è impegnato a realizzare un po’ di trading giornaliero: già sotto i massimi Mps partita in deciso rialzo; aumenti dell’1,3-1,7% per Banca Mediolanum, Ubi e Unicredit. Aiuta la rinnovata armonia con i mercati, grazie a un esecutivo, più ragionevole sulle questioni di finanza pubblica. Le misure espansive attese dalla Bce hanno però anche un effetto depressivo sui margini da interessi e quindi sulla redditività degli istituti.

Atlantia negativa. Alle dichiarazioni del ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, che ha parlato di revisione della concessione alla controllata Autostrade per l’Italia, si sono contrapposti gli esponenti dei 5 Stelle che hanno ribadito la necessità di una revoca, ipotesi che penalizza le azioni. Secondo la stampa, ci sono quattro candidati per l’acquisto di una quota di minoranza di Telepass.

Recordati in netto calo, dopo che Goldman ha tagliato a ‘neutral’ da ‘buy’, affermando di vedere migliori opportunità di investimento, considerato che la società italiana è pienamente valutata.

Ferrari positiva ma senza slancio (+0,3%). La vittoria dopo quasi 10 anni a Monza non galvanizza le azioni.

Qualche acquisto anche sul settore industriale con Fca e Pirelli in rialzo dell’1,3%, ma in scia al comparto in Europa, grazie alla riapertura delle trattative Usa-Cina sul commercio.

Moncler (+0,2%) parte bene dopo le dichiarazioni tranquillizzanti della società, riportate dalla stampa sull’impatto della crisi a Hong Kong, ma ritraccia negli scambi appena successivi. Non offre grande sostegno l’upgrade di Hsbc a ‘buy’ da ‘hold’ con target a 43 euro.

Snam Rete debole dopo che alcuni fonti hanno detto a Reuters che sta lavorando a un’offerta per una quota del gasdotto Rover negli Stati Uniti. “E’ in atto una rotazione settoriale a sfavore delle utility e quindi la notizia passa in secondo piano”, dice un trader.

Petroliferi sostenuti grazie al prezzo del greggio, con Eni a +1,1%.

Juventus in rialzo del 3%, ma dopo i recenti ribassi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below