August 21, 2019 / 9:10 AM / 3 months ago

Borsa Shanghai titubante in attesa segnali banca centrale

HONG KONG (Reuters) - L’azionario cinese chiude la seduta sostanzialmente invariato in attesa di indizi da parte dei policymakers in patria e all’estero su ulteriori misure di sostegno per la crescita economica mentre va avanti la prolungata guerra commerciale tra le due maggiori economie del mondo.

Schermi con i tassi di cambio nella sede della Borsa di Shanghai. REUTERS/Aly Song

Alla chiusura, l’indice Shanghai Composite era piatto a 2.880,33 punti. L’indice blue-chip Csi300 è sceso dello 0,2%.

Il sottoindice del settore finanziario Csi300 ha perso lo 0,2%, il settore dei beni di prima necessità lo 0,6%, mentre l’indice immobiliare ha guadagnato lo 0,1%.

L’indice minore di Shenzhen e l’indice start-up ChiNext Composite hanno ceduto entrambi lo 0,1%.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha rafforzato la sua retorica commerciale ieri, dicendo che deve contrastare la Cina anche se questo potrebbe causare danni a breve termine all’economia statunitense perché Pechino ha imbrogliato Washington per decenni.

I mercati asiatici ripongono le loro speranze nelle banche centrali perché queste intervengano dando stimolo a una crescita economica debole e sono in attesa del meeting dei banchieri centrali che si terrà a Jackson Hole alla fine di questa settimana.

I trader scommettono che la Fed fornirà un altro taglio di 25 punti base il mese prossimo, e la banca centrale degli Stati Uniti pubblicherà i verbali della sua ultima riunione di politica monetaria nella giornata di oggi.

Ieri la Banca popolare cinese ha abbassato leggermente il nuovo tasso di riferimento sui prestiti e avviato la riforma dei tassi di interesse volte a ridurre i costi di indebitamento delle imprese.

Il settore bancario subirà un duro colpo poiché i margini di interesse verranno ristretti e ci vorrà del tempo per determinare se la riforma arresterà “le attività ad alto rischio come i prestiti alle piccole e alle microimprese che vengono espulse (dal mercato)”, hanno detto gli analisti di Chuancai Securities in una nota.

Gli analisti di Kaiyuan Securities puntano su un ulteriore supporto politico per sostenere il mercato azionario, e in una nota hanno commentato: “non possiamo escluderlo, mentre ci avviciniamo alla Giornata nazionale (della Repubblica Popolare Cinese, ndt) (il 1 ° ottobre), il governo (del Paese) vorrà mantenere la stabilità”.

L’indice di Hong Kong Hang Seng ha chiuso in rialzo dello 0,2%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below