August 20, 2019 / 9:03 AM / 2 months ago

Borsa Shanghai, chiusura in leggero ribasso, focus su riforma tassi

SHANGHAI (Reuters) - La borsa cinese ha chiuso in leggero ribasso, segnando una pausa dopo il forte rally della seduta precedente mentre gli investitori cercano di valutare l’entità e l’impatto della riforma sui tassi di interesse varata da Pechino.

Schermo con le quotazioni nella Borsa di Shanghai, Cina. REUTERS/Aly Song

L’indice blue-chip Csi300 e lo Shanghai Composite hanno ceduto entrambi lo 0,1%.

Come previsto, la Cina ha abbassato leggermente il suo nuovo tasso di riferimento sui prestiti dopo che la banca centrale del paese ha dato il via a nuove riforme dei tassi di interesse progettate per ridurre i costi di indebitamento delle imprese.

Sabato, la Banca popolare di Cina ha adottato il Loan prime rate (o Lpr, il tasso applicato dalle banche ai clienti migliori) come tasso di riferimento sui prestiti delle banche per stabilire i tassi per i nuovi prestiti a famiglie e imprese, sostituendo l’attuale tasso di riferimento sui prestiti a un anno della banca centrale.

Analisti e investitori affermano che le riforme sono un tentativo ufficiale di abbassare i costi di finanziamento nella seconda maggiore economia mondiale, che ha dovuto affrontare continue pressioni, derivate dall’indebolimento della domanda e dalla prolungata guerra commerciale con gli Stati Uniti.

“La tendenza è chiara: i tassi scenderanno in Cina. Li spingeranno verso il basso e non lo faranno in modo così ovvio da spaventare i mercati, o da far pensare alle persone che il rallentamento sia molto grave”, Trinh Nguyen, senior economist per l’Asia emergente alla Natixis di Hong Kong, ha dichiarato oggi al Reuters Global Markets Forum.

“Nel complesso, è un modesto taglio in linea con le nostre aspettative, anche se in futuro si prevede che l’Lpr potrebbe scendere ulteriormente, poiché la Cina ha l’obiettivo di ridurre i costi di finanziamento”, ha affermato Shen Xinfeng, analista di Northeast Securities.

Gli occhi saranno puntati anche sul colosso tech cinese Huawei, vittima del fuoco incrociato della lunga guerra commerciale sino-statunitense.

Gli Stati Uniti estenderanno una sospensione dei dazi che consente a Huwaei Technologies di acquistare componenti da società statunitensi per rifornire i clienti esistenti, ha detto ieri il dipartimento del commercio Usa, ma allo stesso tempo 40 controllate Huawei sono state aggiunte a una lista nera.

L’indice delle start-up - prevalentemente tech - dello Shenzhen ha perso lo 0,7% a seguito delle notizie su Huawei.

L’indice di Hong Kong Hang Seng ha chiuso in ribasso dello 0,2%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below