August 7, 2019 / 9:16 AM / 2 months ago

Nuova Zelanda, banca centrale taglia tassi 50 pb, crolla 'kiwi'

Un dettaglio del dollaro Neozelandese. REUTERS/Thomas White/Illustration

WELLINGTON (Reuters) - La banca centrale neozelandese ha scosso i mercati oggi tagliando i tassi d’interesse di ben 50 punti base e ha addirittura ventilato la possibilità di spingere i tassi sotto zero, una mossa drastica che ha portato la divisa ai minimi degli ultimi tre anni e mezzo.

Nell’apparente tentativo di anticipare l’allentamento della politica monetaria statunitense e australiana, la Reserve Bank of New Zealand (Rbnz) ha ridotto il suo tasso d’interesse ufficiale (OCR) a un minimo record dell’1% spianando la strada a un’azione davvero drastica.

“È realistico ipotizzare che potremmo dover utilizzare tassi di interesse negativi”, ha dichiarato il governatore della Rbnz, Adrian Orr in una conferenza stampa dopo la riunione di politica monetaria.

I mercati, che avevano stimato una riduzione di 25 punti base dopo un taglio di pari dimensioni a maggio scorso, non avevano nemmeno immaginato che una mossa del genere avrebbe potuto rendersi necessaria a meno di una recessione globale o un disastro naturale, e l’impatto è stato immediato.

Il dollaro neozelandese è sceso del 2% a 0,6378 dollari Usa, il livello più basso dall’inizio del 2016 e il calo giornaliero più brusco dell’ultimo anno. I rendimenti dei titoli obbligazionari a due anni sono scesi a appena lo 0,81% in quanto gli investitori hanno incorporate nei prezzi la prospettiva di almeno un ulteriore taglio dei tassi.

Dal verbale della riunione della Rbnz emerge quanto la banca centrale sia preoccupata per la recente escalation della controversia commerciale sino-statunitense, e le letali conseguenze che potrebbe avere su investimenti e crescita economica.

La commissione ha chiarito la propria posizione accomodante escludendo un aumento dei tassi fino alla fine del 2021, uno scenario prolungato di tassi bassi recentemente adottato anche dalla Banca Centrale australiana (Rba).

“E’ stata una mossa shock” commenta Dominick Stephens, capo economista per la Nuova Zelanda a Westpac, sottolineando come un taglio di mezzo punto percentuale sia stato adottato solo in altre tre occasioni, l’ultima volta nel 2011 dopo il devastante terremoto di Christchurch.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below