June 26, 2019 / 10:01 AM / 5 months ago

Per Hasenstab (Templeton) bassa inflazione potrebbe non durare, rischi in crescita

(Reuters) - I mercati e policymaker potrebbero sbagliarsi nel pensare che l’inflazione sia destinata a rimanere bassa per sempre, secondo Michael Hasenstab, responsabile investimenti Global Macro a Franklin Templeton, che ritiene che dietro l’angolo potrebbero esserci condizioni di mercato molto difficili.

Michael Hasenstab, vicepresidente di Templeton Global. HANDOUT

Hasenstab, che supervisiona diverse strategie di investimento sui bond a Franklin Templeton, è diventato famoso per le sue scommesse “contrarian” su mercati poco apprezzati come Irlandese e Ucraino, che hanno poi generato forti guadagni.

Ancora fino a marzo Hasenstab sosteneva che i rendimenti dei Treasury Usa sarebbero saliti, e che un aumento dei tassi di interesse da parte della Fed non sarebbe stato da escludere. La sua era una voce fuori dal coro rispetto a mercati che già scontavano un mutamento di posizione della Fed.

Finora tuttavia, i rendimenti a 10 anni Usa sono calati, e la loro discesa si è accentuata ulteriormente con i segnali da parte Fed sulla disponibilità a tagliare i tassi a partire da luglio a causa del rallentamento di crescita e inflazione.

Da un lato la Fed da un decennio fatica a centrare i propri obiettivi d’inflazione e i contratti forward swap sull’inflazione segnalano tassi di aumento dei prezzi inferiori al 2% per gli anni a venire, ma dall’altro la disoccupazione negli Usa è vicina ai minimi di 50 anni.

Parlando a Copenaghen, Hasenstab ha detto che l’inflazione salariale sta salendo e probabilmente continuerà a farlo.

“I fattori ciclici e strutturali relativi all’inflazione derivanti dal mercato del lavoro sono reali e non dovremmo ignorarli” ha aggiunto in una conferenza.

“Dovremmo quanto meno mettere in conto la possibilità che questo ambiente di bassa inflazione non durerà per sempre”.

Senza fare riferimento alle proprie strategie di investimento, Hasenstab ha detto che i gestori di portafoglio dovrebbero pensare “ad un mondo che potrebbe essere diverso” a causa dei rischi derivanti da disavanzi, politiche anticonvenzionali, populismo e da mancanza di strumenti per contrastare la prossima recessione - specialmente nel caso le banche centrali tornino alla carica sulle misure non standard che hanno adottato finora.

“Credere che le banche centrali possano risolvere tutti i problemi del mondo quando loro stesse hanno già sparato gran parte dei colpi in canna, è qualcosa che dovrebbe farci riflettere” ha ammonito.

“... Quello che abbiamo scelto di fare è creare di un portafoglio che crediamo possa coprire molti di tali rischi” ha detto senza entrare nel dettaglio. “La probabilità che questi problemi si materializzino sta aumentando.

Il Global Bond Fund di Hasenstab, uno dei migliori nella sua categoria a livello di performance decennale, ha dato un ritorno del 2,5% nei primi cinque mesi di quest’anno.

Tuttavia gli asset in gestione ammontano a 34 miliardi di dollari contro i 70 miliardi di quattro anni fa, forse a causa dello scarso appeal del debito dei mercati emergenti negli ultimi anni.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below