June 18, 2019 / 3:51 PM / in a month

Svizzera minaccia ritorsione se Ue blocca accesso a mercati europei

ZURIGO (Reuters) - Il governo svizzero adotterà misure di ritorsione per difendere i propri mercati azionari se la Commissione europea deciderà di bloccare l’accesso del Paese agli investitori Ue, non rinnovando lo status di equivalente a Berna.

“Il Consiglio federale (il governo) ha più volte sottolineato che lo status di equivalente per le borse non deve essere legato alla conclusione di un accordo istituzionale. La Svizzera ha già soddisfatto i requisiti per avere l’equivalenza nel mercato azionario”, un portavoce di Berna ha scritto in una email.

“Se l’equivalenza non viene garantita, la Svizzera riattiverà le misure adottate il 6 giugno 2018 per difendere il centro finanziario elvetico”.

Oggi al termine della riunione settimanale, il vicepresidente della Commissione europea ha dichiarato che i mercati finanziari svizzeri perderanno il diritto di accesso al mercato europeo alla fine di giugno se Bruxelles non rinnoverà lo status di equivalente finora riconosciuto a Berna.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below