May 23, 2019 / 7:27 AM / 5 months ago

Borsa Milano pesante su minimi seduta, male Stm e banche, salgono Juventus e Inwit

MILANO, 23 maggio (Reuters) - Piazza Affari si muove in deciso ribasso, sui minimi di seduta, penalizzata da un insieme di circostanze: alle incognite legate all’esito del voto europeo di domenica prossima con le pressioni in Gran Bretagna affinché il premier lasci l’incarico si aggiungono le tensioni commerciali Usa-Cina e i dati deboli del Pmi tedesco.

“Oggi ci sono un mix di informazioni che spingono gli investitori a vendere. Sta prevalendo un approccio al momento ancora cauto e c’è poca visibilità sul futuro”, osserva un trader.

** BANCHE molto negative, sullo sfondo il nuovo allargamento dello spread fra i rendimenti del decennale italiano con quello tedesco a 278 punti base. Venduta anche oggi BPER in calo dell’1,3% (dopo -2% di ieri), ancora sotto pressione per la notizia dell’avvio di un procedimento antitrust sull’operazione di acquisto di Unipol Banca. Giù anche le big UNICREDIT e INTESA SP in flessione rispettivamente dell’1,56% e del 2,4%.

** Lieve rialzo per MAIRE TECNIMONT che ha vinto commesse del valore di circa 700 milioni di dollari. [nFWN22Z08L]

** Venduta TIM (-1,8%) che segue il forte calo registrato anche ieri.

** In controtrend, la controllata di Tim INWIT sale del 2,6% a seguito della promozione di Citi, che ha portato la raccomandazione a “Buy” da “Neutral” con un prezzo obiettivo a 9 euro da 6,4 euro precedente. Il broker ritiene che non sia valutato pienamente il potenziale rialzista dell’accordo con Vodafone sulle torri. [nL5N22Z20K]

** Le tensioni Usa-Cina penalizzano ancora STM che registra un ribasso del 4% esposta a un’escalation delle tensioni commerciali fra i due Paesi. “Pesa anche il fatto che molte aziende di semiconduttori stiano sospendendo i contatti con il produttore di telefonini cinese Huawei”, osserva un trader.

Giù anche FCA (-2,9%) in un contesto delle auto europeo fortemente negativo (-3,16%), penalizzato dall’incremento dei dazi commerciali.

** Molto bene JUVENTUS (+2,9%) in attesa del nome del nuovo allenatore. Oggi circolano indiscrezioni su una arrivo di Pep Guardiola.

** Giù le oil company, penalizzate dal nuovo ribasso del Brent, con in testa TENARIS in flessione del 3,6%. Male anche SAIPEM, in contrazione del 3,8%, ed ENI (-2,5%).

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below