May 22, 2019 / 10:46 AM / 2 months ago

Genova, Bucci: ritardi in demolizione ponte, riapertura confermata ad aprile 2020

REGGIO EMILIA (Reuters) - La “best option” al momento per l’apertura del nuovo ponte che rimpiazzerà il viadotto Morandi, crollato a Genova lo scorso 14 agosto, resta aprile del 2020, anche se la demolizione delle pile 10 e 11 relative al moncone est sono in ritardo di due-tre settimane rispetto a quanto previsto.

E’ quanto ha detto il sindaco di Genova, Marco Bucci, commissario straordinario per la ricostruzione, parlando a margine dell’assemblea Iren sul bilancio 2018.

“Relativamente alla demolizione, in questi giorni decideremo la data dell’esplosione per le pile 10 e 11. La demolizione ha subito qualche ritardo, però la costruzione è in linea con il piano e, siccome le due cose vanno in parallelo, alla fine quello che determinerà il risultato finale sarà la costruzione e per ora siamo ancora in piano ad avere il ponte pronto per aprile 2020”, ha spiegato il sindaco.

“La best option è ancora quella e spero che lo sarà per sempre”, ha aggiunto.

“La demolizione è in ritardo di un due-tre settimane, ma stiamo correndo alla grande”, ha concluso Bucci.

Il crollo del viadotto ha provocato la morte di 43 persone e il governo ha deciso di escludere dalla ricostruzione la concessionaria Autostrade per l’Italia, società del gruppo Atlantia.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below