May 20, 2019 / 11:23 AM / in 2 months

Prezzi greggio in rialzo su attese conferma tagli produzione Opec

(Reuters) - Il greggio tocca i massimi delle ultime settimane dopo che l’Opec ha indicato che probabilmente manterrà i tagli alla produzione che hanno contribuito quest’anno a far salire i prezzi, mentre ulteriore supporto arriva dalle crescenti tensioni in corso nel Medio Oriente.

I futures sul Brent guadagnano 53 centesimi a 72,74 dollari al barile introno alle 13.

I derivati sul greggio Usa salgono di 34 centesimi a 63,10 dollari al barile, dopo aver toccato i massimi da tre settimane a 63,81.

Il ministro dell’energia saudita Khalid al-Falih ha detto ieri che c’è consenso tra i Paesi Opec e i produttori alleati per ridurre le scorte di greggio “dolcemente”, rimanendo tuttavia attenti alle esigenze di un “mercato fragile”.

Il ministro dell’energia degli Emirati Uniti Suhail al-Mazrouei aveva detto in precedenza ai giornalisti che i produttori sono in grado di colmare qualsiasi lacuna di mercato e che allentare i tagli alle forniture non è la decisione giusta.

I dati Opec evidenziano che le scorte petrolifere nei paesi sviluppati sono salite di 3,3 milioni di barili su base mensile a marzo, attestandosi 22,8 milioni di barili sopra la media a cinque anni.

La riunione del cosiddetto Joint Ministerial Monitoring Committee (JMMC) in Arabia Saudita nel fine settimana non ha prodotto raccomandazioni concrete, lasciando una decisione sulle politiche all’incontro di Vienna del prossimo mese tra Opec e alleati.

“Anche se non esplicitamente citata nel comunicato (del JMMC), l’incertezza sul numero di barili iraniani e venezuelani che andranno persi a causa delle sanzioni Usa è stata probabilmente il motivo principale del rinvio”, ha detto l’analista Ubs Giovanni Staunovo.

Al clima positivo contribuiscono anche le tensioni nel Medio Oriente.

Il presidente americano Donald Trump infatti ha minacciato ieri Teheran affermando in un tweet che un potenziale conflitto sarebbe la “fine ufficiale” dell’Iran.

Altro segnale positivo per il greggio è stata la seconda settimana di fila di contrazione nelle operazioni di trivellazione negli Usa, con le società energetiche che hanno tagliato il numero di piattaforme al minimo da marzo 2018.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below