May 2, 2019 / 1:13 PM / 4 months ago

Produzione e scorte Usa deprimono quotazioni

(Reuters) - La produzione di greggio record degli Stati Uniti ha determinato un accumulo delle scorte e deprime le quotazioni del mercato.

Intorno alle 14,30 i futures sul Brent calano di 98 centesimi dall’ultima chiusura a 71,19 dollari i barile. Il Brent è sulla strada per una chiusura settimanale in negativo, che porrebbe fine al periodo più lungo in un anno di guadagni settimanali.

Anche i contratti West Texas Intermediate Usa perdono terreno, in ribasso di un dollaro e 3 centesimi a 62,57 dollari il barile.

Le scorte di greggio Usa sono salite ai massimi dal settembre del 2017, con un balzo di 9,9 milioni di barili a 470,6 milioni di barili, con produzione record di 12,3 milioni di barili al giorno, secondo i dati del governo.

“Questo [produzione record, ndt] avviene mentre le raffinerie Usa entrano nel periodo di manuntezione primaverile, alimentando la paura che il la domanda del greggio sarà debole e che le scorte continueranno a salire” secondo la banca AZN.

Nel frattempo, il ministro dell’energia polacco annuncia di aver reso disponibili le scorte obbligatorie di petrolio dopo la sospensione delle forniture di petrolio contaminato dalla Russia in aprile per assicurare una regolare produzione da parte delle raffinerie del paese.

Il ministro dell’energia dell’Oman Mohammed bin Hamad al-Rumhy ha detto ieri che la proproga dei tagli della produzione in atto da gennaio è un obiettivo Opec nel prossimo incontro tra paesi del cartello e alleati previsto in giugno.

Nonostante l’auspicio di molti paesi Opec di un’estensione dei tagli, il gruppo potrebbe essere alla fine costretto ad agire per per soddisfare la domanda in un mercato che ha visto i prezzi salire di più del 30% quest’anno.

“Ci sono timori riguardo a una crescita dell’economia fragile, produzione ed esportazioni Usa in crescita e la scarsa sensibilità del presidente degli Stati Uniti rispetto al rincaro dei prezzi, nonché la sua tattica a volta da bullo. Resta da vedere se gli sforzi dell’Opec proseguiranno” dice Tamas Varga della PVM.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below