April 23, 2019 / 9:45 AM / a month ago

Derivati, effetto negativo su bilancio Italia scende a 4,7 miliardi in 2018

ROMA (Reuters) - I derivati hanno avuto sul bilancio pubblico italiano un impatto negativo di 4,7 miliardi di euro nel 2018, in miglioramento rispetto ai 5,4 dell’anno precedente, secondo le statistiche di Eurostat.

Gli esborsi lo scorso anno sono stati pari a 3 miliardi, a cui si aggiungono 1,7 miliardi di aggiustamenti contabili (‘net incurrence’), che incidono sul debito pubblico.

L’effetto cumulato tra 2015 e 2018 è di 25,3 miliardi (14,3 miliardi i soli esborsi).

Le statistiche Eurostat mostrano che negli altri Paesi europei i derivati hanno un impatto negativo inferiore rispetto a quello sui conti italiani, o addirittura contribuiscono a migliorare i saldi.

In Germania e Francia, ad esempio, i derivati hanno peggiorato i conti di circa 3 miliardi tra 2015 e 2018.

Il Tesoro da aprile 2015 ha avviato una fase di ‘phasing out’, cioè di graduale uscita dalle posizioni esistenti. Nuovi derivati sono stipulati soltanto a copertura del rischio di cambio, quando l’Italia emette in valuta straniera.

I dati Eurostat si riferiscono a tutte le amministrazioni pubbliche, ma il grosso dell’operatività fa capo al Tesoro.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below