April 9, 2019 / 9:05 AM / 3 months ago

Euro al momento non impattato da minaccia Usa di dazi su beni Ue

LONDRA (Reuters) - Il dollaro è in calo per la seconda seduta consecutiva nel giorno in cui Washington minaccia di imporre dazi su una serie di prodotti dell’Unione europea, come ritorsione contro i sussidi europei al settore aereo.

La minaccia di dazi al momento non sembra avere impatto sull’euro, solo marginalmente in rialzo, ma gli analisti dubitano che possa durare.

“Anche se queste tariffe sono destinate ad avere un impatto limitato sull’economia reale nel suo insieme, arrivano comunque in un brutto momento, con l’economia della zona euro che sta già rallentando il passo”, commenta l’analista di Commerzbank Thu Lan Nguyen.

L’euro guadagna lo 0,18% circa a 1,1276 dollari con i trader che si preparano al meeting di domani della Bce.

La sterlina si muove verso 1,31 dollari nel giorno in cui Theresa May incontrerà Merkel e Macron per cercare una sponda in vista del meeting europeo di domani in cui tenterà di ottenere un rinvio per l’addio di Londra dall’Ue oltre la data del 12 aprile.

In rialzo il dollaro australiano e canadese, sostenuti dal progresso delle quotazioni petrolifere, sui massimi degli ultimi cinque mesi che favoriscono le valute legate alle materie prime.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below