April 4, 2019 / 2:09 PM / 5 months ago

Euro in calo, dati deboli Germania alimentano timori su crescita

NEW YORK (Reuters) - L’euro è in calo, tra i timori per lo stato dell’economia dell’area alimentati dalla debolezza dei dati tedeschi e dalla notizia che l’Italia taglierà le stime di crescita.

In Germania gli ordini all’industria a febbraio sono scesi del 4,2% su mese per via di una domanda estera debole contro attese di un incremento di 0,3%; si tratta del calo maggiore da gennaio 2017, e arriva dopo il Pmi manifatturiero di marzo, sceso ai minimi da luglio 2012.

L’euro perde lo 0,2% contro il dollaro, e si avvicina al livello 1,1174 dollari raggiunto il 7 marzo, superato il quale la moneta unica toccherebbe il minimo da giugno 2017.

Gli investitori sono concentrati sui negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina, e sperano che un accordo aiuti la crescita globale. Washington e Pechino mirano ad appianare le differenze in colloqui che potrebbero estendersi oltre i tre giorni programmati questa settimana, ha detto il consigliere economico della Casa Bianca Larry Kudlow.

La sterlina scende sui timori che Londra vada verso un lungo rinvio della Brexit. Contro il biglietto verde la valuta britannica perde lo 0,3% a 1,31 dollari.

Le speranze di una Brexit più ‘soft’ hanno indebolito l’appeal degli asset rifugio, con lo yen che ha toccato il minimo da due dettimane.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below