April 1, 2019 / 11:33 AM / 7 months ago

Borse Europa, auto traina rialzo in Europa con dati Pmi cinesi

ROMA (Reuters) -

Le borse europee hanno messo a segno il maggior guadagno giornaliero delle ultime otto settimane, sospinte dai dati dell’industria cinese e dai segnali di progresso nei colloqui sino-statunitensi che hanno amplificato l’umore degli investitori, già positivo, nella prima seduta del secondo trimestre.

Dopo aver messo a segno il miglior risultato trimestrale degli ultimi quattro anni, l’indice pan-europeo a fine mattinata cresce dello 0,9% con i singoli comparti che crescono anche di più.

Il segno più riguarda gli indici: il DAX, più sensibile, ha sovraperformato con un rialzo dell’1,3%, aiutato dal balzo del 3% nelle azioni automobilistiche che hanno messo a segno il loro massimo aumento giornaliero dal 4 gennaio.

Peugeot sale del 3% circa, mentre Fiat Chrysler Automobiles ha superato l’1,6% in corso di seduta. I titoli si sono mossi sulle indiscrezioni su una partnership industriale in Europa fra i due gruppi.

I titoli europei dei produttori di chip sono stati un altro comparto che si è distinto al rialzo dopo che il fornitore di Apple Foxconn Industrial ha annunciato risultati migliori del previsto.

Le azioni di Dialog Semiconductor , Infineon Technologies , Ams AG, Siltronic e STMicroelectronics sono cresciute tra il 3% e il 5%.

L’ottimismo si è diffuso dai mercati asiatici tonici dopo i dati sulla crescita inattesa dell’attività industriale in Cina a marzo.

I dati positivi di oggi arrivano dopo che nuove preoccupazioni per un rallentamento dell’economia mondiale è riemerso il mese scorso dopo che la Federal Reserve americana ha interrotto bruscamente i suoi piani per l’inasprimento della politica monetaria.

“La crescita economica in Cina si rafforzerà e questo è il segnale più forte che sta guidando i mercati oggi”, afferma Naeem Aslam, responsabile dell’analisi economica presso TF Global Markets a Londra.

Al contrario, i mercati sembrano ignorare l’aggravarsi della congiuntura economica europea: il Pmi della zona euro ha rilevato che l’industria dell’area ha portato a casa il peggiore risultato degli ultimi sei anni. Un altro sondaggio ha mostrato che l’indice Pmi della Germania per il settore manifatturiero è sceso al valore minimo degli ultimi 80 mesi di 44,1.

Il numero tedesco “è a dir poco catastrofico, stiamo parlando di recessione e questa è una grande preoccupazione per la Bce, ma per i mercati oggi l’attenzione è rivolta alla Cina e all’ottimismo attorno ad essa”, commenta Aslam.

A rincuorare ulteriormente gli investitori è stata la notizia che la Cina continuerà a sospendere l’introduzione delle tariffe addizionali sui veicoli e sui ricambi auto degli Stati Uniti anche dopo l’1 aprile.

Il gruppo logistico svizzero Panalpina è salito del 14% dopo l’aumento a 4,6 miliardi di franchi svizzeri (pari a 4,6 miliardi di dollari) messo sul piatto dalla rivale danese DSV.

In controtendenza la low cost easyJet che scivola del 7%, fra i titoli con maggiori perdite, dopo che la compagnia aerea britannica ha detto che la domanda e i prezzi soffrono per il nervosismo sulla Brexit e per lr prospettive economiche più deboli.

Anche Ryanair Holdings è sotto di oltre il 3%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below