March 28, 2019 / 10:53 AM / 5 months ago

Dollaro recupera, euro debole su Brexit e Draghi

LONDRA (Reuters) - Il dollaro è in recupero, mentre l’euro risente della crescente confusione intorno alla Brexit e delle parole accomodanti pronunciate ieri dal presidente della Bce Mario Draghi.

Con molte valute sulla difensiva sulla scia dell’atteggiamento “dovish” assunto da diverse banche centrali, il biglietto verde ha recuperato il calo legato all’andamento del Treasury, che ha toccato i minimi da 15 mesi. L’indice del dollaro intorno alle 10,15 italiane guadagna lo 0,2% a 96,967 contro un basket di sei valute e si avvia a chiudere la terza seduta consecutiva in salita.

La sterlina erode il rialzo messo a segno ieri: l’offerta di dimissioni da parte della premier Theresa May in cambio del sostegno al suo accordo con l’Ue non ha infatti convinto i parlamentari britannici più strenuamente contrari.

Della generale avversione per il rischio beneficia lo yen, considerato una valuta rifugio. Guadagna lo 0,4% a 110,13 contro il dollaro, pur non raggiungendo i massimi da sei settimane di lunedì, quando è arrivato a 109,7.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below