March 21, 2019 / 8:29 AM / 4 months ago

Borsa Milano positiva, male le banche dopo decisione Fed, tonica Stm

MILANO (Reuters) - Piazza Affari arriva a metà seduta in rialzo, più tonica delle altre piazze europee, trattenute dalla decisione della Federal Reserve, che ha scelto di proseguire nel percorso accomodante di politica monetaria.

A soffrire maggiormente di questo sviluppo della politica monetaria d’Oltreoceano è il comparto bancario, che lascia sul terreno lo 0,3%, rimanendo comunque meno pesante dello stoxx europeo (-1%). A influire negativamente c’è anche l’outlook negativo di Ubs. Nel dettaglio, giù UBI BANCA (-0,8%), BPER BANCA (-0,5) e UNICREDIT (-0,4%).

Denaro su STMICROELECTRONICS, a +2,4%, che ha il vento in poppa dopo le previsioni positive sull’anno in corso della statunitense Micron. Un trader vede l’update dell’azienda come positivo per i produttori di chip come Stm: “lo statement conferma le aspettative per una ripresa delle vendite nella seconda metà dell’anno”.

Continua il trend positivo di POSTE che sembra non risentire della pesantezza del settore dopo il debole outlook di FedEx annunciato ieri. Il titolo segna +1,9% dopo aver toccato, intorno alle 11,30, un nuovo massimo a 8,6159 euro per azione. Sostegno anche dalla revisione al rialzo del target price da parte di Kepler Cheuvreux, che passa a 9,1 euro per azione da 8,6.

Bene anche TIM (+1,5%). In risposta a indiscrezioni stampa a proposito, una fonte vicina al dossier spiega che la cessione di Tim Brasil è una delle opzioni al vaglio della società per ridurre il debito, in caso arrivasse un’offerta “importante”.

Recupera l’automotive dopo la debole seduta di ieri: bene FCA (+1,7%), CNH INDUSTRIAL (+0,5%) e FERRARI (+0,5%).

Positive ENI, SAIPEM e le utilities.

Fuori dal listino principale, ben intonata AUTOGRILL a +4,1%. La ragione, secondo un trader, è attribuibile all’avvio di copertura da parte di un importante broker estero, che avrebbe attribuito al titolo il rating ‘buy’ e un target price di 11 euro.

Bene anche CLASS EDITORI (+10,5%), il cui Cda si riunisce oggi per discutere i risultati del 2018.

Giù D’AMICO (-4,7%) dopo che sono stati fissati i termini e le condizioni dell’aumento di capitale, il cui lancio è programmato per il 25 marzo 2019 e terminerà il 16 aprile 2019.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below