February 11, 2019 / 9:47 AM / 3 months ago

Banche italiane chiudono 2018 con forte calo sofferenze, lorde a 100 miliardi, nette sotto 30 miliardi

Milano, al bancomat. Foto 8 novembre 2011. REUTERS/Alessandro Garofalo

MILANO (Reuters) - Nel dicembre 2018 le banche italiane hanno fortemente ridotto il carico di sofferenze. Su base annua il calo è del 34% per effetto di alcune cartolarizzazioni, sottolinea Bankitalia.

In valori assoluti le sofferenze lorde scendono a ridosso dei 100 miliardi (100,2) toccando il minimo da luglio 2011; a fine 2017 erano pari a 167,4 miliardi.

Le sofferenze nette scendono a 29,5 miliardi, il minimo da maggio 2010; a fine 2017 superavano i 64 miliardi.

Nell’ultima pubblicazione di ‘Banche e Moneta’ si evidenzia il buon andamento dei depositi bancari in conto corrente: a dicembre con 1.109,8 miliardi hanno raggiunto il valore più alto del 2018.

Su base annua i depositi crescono del 2,6%, mentre si attenua, con un calo del 12,5%, la discesa della raccolta obbligazionaria.

Poche novità in tema di finanziamento dell’economia reale. A dicembre i prestiti alle imprese sono cresciuti dell’1,3% su anno rispetto a +1,1% di novembre.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below