February 7, 2019 / 12:54 PM / 5 months ago

Mps, utile 2018 da 279 mln, ma rivede target per peggiore quadro macro

ROMA (Reuters) - Banca Mps ha chiuso il 2018 con un utile a 279 milioni di euro, ma annuncia di aver tagliato i suoi target per incorporare il peggiorato quadro macroeconomico, dopo i dati sulla recessione tecnica nella seconda parte del 2018 e le revisioni al ribasso delle stime sul Pil 2019 dei principali previsori.

Questa revisione al ribasso delle stime si colloca “a un livello inferiore rispetto a quanto previsto nel Piano di Ristrutturazione 2017-2021”, dice la banca, anche con “valori di ratios patrimoniali al di sopra dei requisiti regolamentari”.

Il quarto trimestre del 2018 è stato negativo per 101 milioni, inclusi 150 milioni di oneri per uscita di personale.

I ricavi di gruppo sono scesi nel 2018 del 18,3% su anno, a 3,288 miliardi, con una flessione del 25% del margine di interesse, principalmente per la dinamica negativa “degli impieghi commerciali (contrazione dei volumi medi e calo dei relativi rendimenti)”.

Dal punto di vista del patrimonio, il CET1 transitional a fine dicembre 2018 è al 13,7% (370 punti base sopra il target SREP 2019, ricevuto preliminarmente).

In Borsa il titolo della banca senese, dopo un primo momento di reazione positiva, ha corretto al ribasso seguendo il resto del mercato e attorno alle 15,40 quota in marginale perdita a 1,2375 euro.

Lunedì e martedì prossimi, i manager di Mps saranno a Londra per illustrare conti e prospettive alla comunità finanziaria.

Nella conference di oggi con gli analisti, la banca ha rassicurato sulla situazione di liquidità e patrimoniale per il 2019, nonostante uno scenario meno favorevole.

L’AD Marco Morelli ha detto di prevedere un costo del credito stabile sui livelli del 2018, assumendo l’attuale contesto macroeconomico.

FUNDING SENZA CONTARE SU NUOVO TLTRO

La banca senese ha un impegnativo programma di funding 2019-21, a partire dall’emissione da 700 mln di bond Tier2 che avrebbe dovuto realizzare nel 2018 ma che non ha potuto fare per le poco favorevoli condizioni.

Morelli ha detto che verrà colta ogni finestra di opportunità di mercato per piazzare questa tranche di Tier2 che è prevista dal piano.

Per il 2019-21 il programma di funding di Siena prevede anche emissioni di bond senior per 1,5-1,75 miliardi, e per ora non contempla un rinnovo del programma Bce di Tltro.

Mps deve rimborsare entro il 2020 16,5 miliardi di Tltro.

La banca senese dice poi di non vedere impatti significativi durante il periodo del piano di ristrutturazione, in relazione alle indicazioni della Bce di arrivare a una piena copertura sullo stock di deteriorati entro il 2025-26.

“Più incertezza c’è dal 2022 in avanti nel valutare i futuri requisiti di capitale”, dice Mps a questo proposito in una delle slide.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below