January 28, 2019 / 11:47 AM / 8 months ago

Greggio in calo ma verso miglior gennaio in 14 anni

LONDRA (Reuters) - Il greggio è in calo di oltre l’1% dopo che le società Usa hanno aggiunto trivelle per la prima volta quest’anno, un segnale che la produzione potrebbe aumentare ulteriormente, anche se il prezzo resta in rotta verso il più forte guadagno nel mese di gennaio in 14 anni.

Sembra improbabile che la disputa commerciale in corso tra Stati Uniti e Cina finisca a breve e l’impatto sull’economia cinese sta crescendo.

Intorno alle 12 italiane il contratto sul Brent perde 1,07 dollari a 60,56 dollari. Il greggio leggero Usa Wti è in calo di 1,01 dollari a quota 52,68.

La produzione di greggio Usa, che ha raggiunto il record di 11,9 milioni di barili al giorno alla fine dell’anno scorso, ha minato la fiducia nel mercato petrolifero, spiegano i trader.

Le società energetiche la scorsa settimana hanno aumentato a 862 il numero di trivelle alla ricerca di nuovo petrolio per la prima volta da fine dicembre, secondo quanto riferito dalla società Baker Hughes.

I prezzi sono comunque saliti del 12% finora a gennaio, il maggiore aumento in termini percentuali nel primo mese dell’anno dal 2005, quando era cresciuto del 14%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below