January 16, 2019 / 11:48 AM / 4 months ago

Borse Europa, Londra pesa su indici, banche in denaro

INDICI ORE 11,13 VAR % CHIUS.2018

Trader al lavoro alla borsa di Francoforte, oggi. REUTERS/Kai Pfaffenbach

EUROSTOXX50 3074,1 0,2 3001,42

STOXX EUROPE 600 349,63 0,26 337,65

STOXX BANCHE 139,18 0,94 132,40

STOXX OIL&GAS 314,3 -0,36 301,14

STOXX ASSICURAZIONI 271,02 0,9 259,37

STOXX AUTO 471,6 0,3 441,77

STOXX TLC 242,52 0,13 244,91

STOXX TECH 402,62 0,59 392,53

LONDRA, 16 gennaio (Reuters) - La borsa di Londra pesa oggi sugli indici azionari europei dopo la clamorosa sconfitta della premier Theresa May nel voto parlamentare sull’accordo con la Ue per la Brexit, ma nonostante la duratura incertezza politica, gli investitori hanno spostato l’attenzione sui risultati aziendali e sulle notizie di M&A.

La sconfitta parlamentare era già stata ampiamente scontata, anche se l’entità del voto - con oltre 430 ‘no’ - è stata una sorpresa.

Analisti e investitori hanno interpretato l’esito come un risultato positivo per il mercato, rendendo più probabile una Brexit “più morbida, più avanti nel tempo”, ma l’incertezza in vista di un voto di fiducia nei confronti del premier, in programma stasera, pesa sul sentiment.

“C’è ancora un bel po ‘di incertezza ... una ‘hard Brexit’ è un rischio di probabilità minore rispetto a prima, ma non penso che possiamo completamente archiviarlo”, dice Caroline Simmons, vice capo dell’ufficio investimenti del Regno Unito per UBS Global Wealth Gestione.

** Alle 11,15 circa l’indice britannico FTSE 100 è in calo dello 0,5% mentre le borse della zona euro avanzano dello 0,2% e il tedesco DAX dello 0,3%.

** L’indice britannico viene trascinato al ribasso dai titoli delle società esportatrici multinazionali come Unilever e Diageo, che hanno un parte rilevante dei conti in valute estere e soffrono dunque il rafforzamento della sterlina.

** Il comparto bancario europeo è in rialzo dello 0,9%. Gli investitori scommettono sulla minore probabilità di una ‘hard’ Brexit. BNP Paribas e AXA sono i titoli migliori dello STOXX 600, ma la giornata è ancora lunga e i guadagni raccolti fin qui non sono così sostanziosi.

“Sfortunatamente tutto rimane possibile: nuove elezioni, un’estensione della scadenza per l’articolo 50, o anche un secondo referendum”, dice Stefan Kreuzkamp, Chief Investment Officer di DWS.

** Va bene una serie di titoli britannici, ritenuti meno a rischio se si arriva a una ‘soft’ Brexit: Persimmon, Taylor Wimpey, Barratt Developments e Berkeley Group guadagnano tra l’1,5% e il 3%.

** In altri Paesi europei, i risultati e le notizie su fusioni e acquisizioni premiano alcuni titoli. La società danese di trasporti DSV sale del 3,5% dopo aver fatto un’offerta sulla società di logistica svizzera Panalpina valutandola 4,1 miliardi di dollari. Le azioni di Panalpina salgono del 30% dopo l’offerta che, con 170 franchi svizzeri per azione, rappresenta un premio del 24% rispetto al prezzo di chiusura del titolo martedì.

** Cala di oltre il 6% la casa editrice britannica Pearson dopo l’annuncio di costi di ristrutturazione una tantum lievitati a circa 330 milioni di sterline.

** Il produttore norvegese di alluminio Norsk Hydro sale del 4,8% dopo aver annunciato che lo stato settentrionale di Para, in Brasile, ha revocato un embargo sulla produzione della raffineria di alluminio di Alunorte.

(Helen Reid)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below