January 16, 2019 / 11:43 AM / 6 months ago

Greggio stabile per ottimismo tagli offerta, ma pesano timori su economia

Pompe petrolifere in un giacimento di Midland, Texas, Stati Uniti, il 22 agosto 2018. REUTERS/Nick Oxford

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio sono stabili dopo aver guadagnato circa il 3% nella seduta di ieri sulle aspettative che i tagli di produzione dell’Opec ridurranno l’offerta e che gli stimoli cinesi all’economia possano supportare l’economia globale.

** Alle 11,45 il Brent è scambiato a 60,67 dollari al barile e guadagna 3 centesimi.

** Il greggio americano tocca quota 51,96 dollari al barile, perdendo 13 centesimi.

** La Banca centrale cinese ha effettuato oggi la sua più grande iniezione di liquidità finora: i mercati hanno interpretato l’annuncio come prova che le autorità stanno adottando una politica più espansiva per contrastare il rallentamento dell’economia.

** Tuttavia, i segnali di indebolimento della crescita cinese e globale potrebbero limitare l’aumento dei prezzi del greggio.

Anche le stime della Casa Bianca mostrano che l’impatto dello shutdown si sta rivelando più forte del previsto.

Un altro elemento negativo arriva poi dalla decisione del Parlamento britannico di bocciare l’accordo per la Brexit.

** Il mercato del greggio è sostenuto intanto soprattutto dai tagli alla produzione dell’Opec, il cui effetto potrebbe però essere limitato dall’aumento della produzione americana.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below