January 7, 2019 / 8:55 AM / 3 months ago

Dollaro debole su Powell, Cina sostiene valute legate a commodities

Il presidente della Fed Jerome Powell REUTERS/Christopher Aluka Berry

LONDRA (Reuters) - Il dollaro continua a pagare dazio alle rassicurazioni della Federal Reserve riguardo all’atteggiamento sui tassi d’interesse.

** Venerdì, da Atlanta, Jerome Powell ha fornito un’indicazione chiara sull’approccio pragmatico e cauto della banca centrale Usa rispetto agli interventi di politica monetaria. E gli analisti considerano particolarmente significativo che l’abbia fatto nel giorno in cui è stato pubblicato il dato sulla creazione di posti di lavoro a dicembre, che ha- superato le attese.

** Si è rafforzata, di conseguenza, la previsione che la Fed non procederà ad alcun aumento del costo del denaro quest’anno. Anzi, comincia a prendere corpo l’idea che il 2020 potrebbe registrare un taglio dei tassi.

** Rispetto a un basket di valute il dollaro cede lo 0,25% circa, portandosi vicino ai minimi da due mesi e mezzo.

** Le divise legate alle materie prime, come il dollaro australiano, beneficiano dell’intervento di stimolo del credito attuato dalla banca centrale cinese alla fine della settimana scorsa. Lo yuan, viceversa, arretra.

** Sullo sfondo c’è l’ottimismo dei mercati per il vertice tra Usa e Cina sul commercio oggi e domani.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below