January 2, 2019 / 11:26 AM / a year ago

Italia, studio: oltre metà società quotate non ha piano successione Ceo

MILANO (Reuters) - Delle prime 100 società quotate in Italia, ben il 53% non prepara un Piano di Successione strutturato del CEO, al contrario di quel che succede all’estero, secondo la ventitreesima edizione del Board Index Spencer Stuart 2018 (www.spencerstuart.com/research-and-insight/italy-board-index-2018).

E’ il 74%, inoltre, la percentuale di società che ha istituito un Comitato Nomine e solo il 57% dei Comitati Nomine ha fra i suoi compiti l’esame del Piano di Successione del vertice aziendale.

La nuova frontiera della governance in Italia passa, secondo lo studio, attraverso alcuni accorgimenti applicati già a livello internazionale come la possibilità per i Consigli di Amministrazione uscenti di presentare in Assemblea la propria lista, la non contemporanea scadenza del mandato del Consiglio e una valorizzazione dell’autovalutazione annuale del CdA, anche attraverso l’utilizzo di strumenti come la Peer Review.

Guardando al numero medio degli incarichi per singolo Consigliere, l’Italia fa registrare una media pari a 3,2 incarichi (Francia 1,3, Spagna 1,1, Svizzera 2, UK 2,2, Usa 2,1). Dato sensibilmente più elevato rispetto alla media degli incarichi registrati negli altri Paesi anche per quanto riguarda i presidenti (3,6).

La presenza delle donne tra i consiglieri esecutivi risulta essere solo il 9%.

Anche quest’anno l’Italia è il Paese con il più basso numero di stranieri presenti nel Consiglio (10,1%), se si escludono gli USA con un 8,2%.

Dagli highligths del Rapporto di Spencer Stuart, si evidenzia anche che la dimensione media del Consiglio di Amministrazione è di circa 11,5 membri (Germania 13,8, Francia 13,7, Spagna 10,9, USA 10,8, Svezia 10,6). I Cda dei settori bancario e assicurativo si confermano i più numerosi (13-15 membri).

La percentuale di Società dell’Indice FTSE Mib con maggioranza di Consiglieri Indipendenti in Consiglio è del 70%. Tale percentuale si riduce al 41% considerando tutte le società dell’Osservatorio.

Il livello di ‘tenure’(anzianità di carica) in base al quale un Consigliere ha fatto parte dello stesso Consiglio di Amministrazione, è pari a 6,5 anni.

  Per  ciò che concerne i compensi, infine, quelli dei Presidenti vedono una media 2017 di 903.000 Euro, più che all’estero. Oltre il 64% degli Amministratori Delegati del campione ha una retribuzione complessiva al di sopra di 1 milione di euro. Di questi circa un terzo si attesta nella fascia da 2 milioni.

Per quanto riguarda i Consiglieri, il compenso totale medio è di 124.000 euro all’anno.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below