January 2, 2019 / 10:36 AM / 9 months ago

Greggio scivola verso 53 dollari su aumenti output e timori economia

Una piattaforma petrolifera della Lukoil nel Mar Caspio, il 17 ottobre 2018. REUTERS/Maxim Shemetov

LONDRA (Reuters) - Il greggio scivola verso i 53 dollari a causa delle pressioni esercitate dall’aumento della produzione da parte dei principali produttori Opec e non Opec e dai timori su un rallentamento dell’economica che potrebbe indebolire la domanda.

** La produzione della Russia ha toccato nel 2018 il picco dai tempi dell’Unione Sovietica, secondo alcuni dati diffusi oggi. Anche negli Stati Uniti la produzione a ottobre ha segnato un massimo, mentre l’Iraq ha aumentato il mese scorso le esportazioni di greggio.

** “I presagi sono lontani dall’essere incoraggianti”, dice Stephen Brennock, broker di Pvm, in merito all’outlook sui prezzi per il 2019.

** Alle 11,10 il futures Brent a Londra cede 1,02% a 53,25 dollari il barile, mentre il derivato Usa perde 0,90% a 45 dollari.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below