December 27, 2018 / 12:16 PM / 3 months ago

GREGGIO scivola verso minimi 18 mesi su eccesso fornitura

LONDRA (Reuters) - Il greggio scivola di nuovo dopo il balzo dell’8% registrato ieri a seguito dei timori legati all’eccesso di offerta di materia prima e dell’andamento incerto dell’economia globale che hanno messo pressione sui prezzi nonostante il rally dei mercati azionari.

** Intorno alle 11,50 italiane, il contratto sul Brent scende di 1,67 dollari o del 3,1% ai minimi di 52,80 dollari prima di risalire a circa 53,30 dollari. Il greggio leggero Usa Wti perde 1,3 dollari a quota 44,92 dollari.

** I prezzi avevano raggiunto i massimi da diversi anni a inizio ottobre, mentre al momento si stanno avvicinando ai livelli più bassi da 18 mesi.

** Entrambi i contratti sul greggio hanno perso oltre un terzo del loro valore dall’inizio di ottobre e perdono oltre il 20% nel 2018.

** “I timori di un mercato in contrazione restano”, osserva un broker.

** Tre mesi fa sembrava che il mercato petrolifero globale vedesse un calo dell’offerta in tutto l’emisfero settentrionale, dopo le sanzioni Usa che hanno sottratto grandi volumi di petrolio iraniano. Ma altri esportatori hanno più che compensato questo ammanco, aumentando le scorte e deprimendo i prezzi.

L’eccesso di offerta insieme al sentiment incerto degli investitori hanno creato un mercato negativo per il petrolio.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below