November 30, 2018 / 12:56 PM / 19 days ago

Edison avvia catena impianti gas naturale liquefatto da Ravenna. Seguiranno Napoli, Brindisi e Oristano

MILANO (Reuters) - Edison avvierà in Italia la prima catena logistica integrata di impianti di gas naturale liquefatto su piccola scala, destinato in particolare al settore del trasporto sia terrestre sia marittimo.

Elmetti con il marchio Edison nella stazione idroelettrica "Carlo Esterle" , vicino a Milano. Foto del 10 marzo 2016. REUTERS/Alessandro Bianchi/File Photo

La controllata di Edf costituirà insieme a Pir (Petrolifera Italiana Rumena) la newco Depositi italiani di Gnl, (51% Pir, 49% Edison) che realizzerà il deposito al porto di Ravenna con un investimento di 100 milioni di euro.

Il deposito, che entrerà in esercizio nel 2021, avrà una capacità di stoccaggio di 20.000 metri cubi di Gnl e una movimentazione annua di oltre un milione di metri cubi di gas liquido, rendendo disponibile in Italia Gnl per l’alimentazione di almeno 12.000 camion e fino a 48 traghetti all’anno, spiega un comunicato.

Edison si occuperà della costruzione del deposito e utilizzerà l’85% della capacità (la rimanente quota del 15% verrà venduta a terzi da Depositi Italiani GNL).

“Siamo orgogliosi di annunciare questi accordi che consolidano il nostro ruolo di primo importatore in Italia di GNL”, ha detto Marc Benayoun, AD di Edison. “Non solo garantiamo al Paese una nuova fonte di approvvigionamento di GNL creando una nuova infrastruttura, ma contribuiamo alla costruzione di un futuro di energia sostenibile permettendo il raggiungimento degli obiettivi della COP21”.

“E’ un mercato nuovo partito nel 2014 in Italia, ma solo con autobotti provenienti dalla Francia. Questo mercato per i camion sta decollando molto velocemente”, ha spiegato, Pierre Vergerio, executive vicepresident Gas Midstream Energy Management di Edison.

I prossimi passi porteranno ad aprire altri depositi ed estendere quest’attività anche a Napoli, Brindisi e Oristano.

“Stiamo lavorando per il porto di Napoli e da tempo stiamo discutendo con l’autorità portuale e con un partner per trovare un accordo simile a quello che abbiamo con Pir a Ravenna, spero nelle prossime settimane di annunciare qualcosa”, ha sottolineato Vergerio.

“Poi, per quanto riguarda Brindisi, si tratta di una possibilità seria e siamo su un livello di pre-fattibilità, ma l’accoglienza è buona”.

Infine su Oristano “pensavamo di partire per primi, ma in Sardegna il mercato è molto piccolo e aspettiamo la definizione di un quadro regolatorio certo”, ha concluso.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below