November 29, 2018 / 4:35 PM / 15 days ago

Fca punta 5 miliardi su Italia con nuove motorizzazioni, 500e a Mirafiori

TORINO/MILANO (Reuters) - Fiat Chrysler (Fca) punta sull’Italia come hub produttivo per vetture da destinare al mercato globale con le nuove motorizzazioni elettriche e ibride, promette 5 miliardi di investimenti, 13 modelli nuovi o rinnovati e saturazione degli impianti entro il 2021.

La Fiat 500e nel 2012 al Los Angeles Auto Show. Foto del 28 novembre 2012. REUTERS/Mario Anzuoni

Il nuovo ceo, Michael Manley, e il nuovo coo dell’area Emea, Pietro Gorglier, hanno incontrato i rappresentanti sindacali oggi a Torino, fugando i timori di un disimpegno nell’area europea, dove il gruppo realizza margini risicati, per l’eccesso di capacità, circa metà rispetto al concorrente PSA.

A Mirafiori verrà installata una nuova linea produttiva per realizzare la 500 elettrica e altri modelli.

“Mirafiori rappresenterà la prima installazione della piattaforma full Bev (battery electric vehicle) che sarà applicata sulla nuova Fiat 500 e che potrà essere utilizzata per altri modelli a livello globale”, ha dichiarato Manley secondo quanto riporta la nota Fca.

La 500e verrà alla luce nel primo trimestre del 2020, ha detto Gorlier.

Il polo del lusso prosegue con i modelli Maserati e si realizzerà una Levante ibrida.

A Pomigliano per ora resta la Panda, che avrà un motore mild hybrid e verrà installata una nuova linea per un utility vehicle compatto di Alfa Romeo.

A Cassino é previsto il restyling di Giulia e Stelvio e, entro il 2021, verrà aggiunta una Maserati di medie dimensioni.

A Melfi sono confermate la Jeep Renegade, la 500x e verrà realizzata la Jeep Compass.

A Modena sono previste le specialty car di Maserati e Alfa Romeo.

Il marchio Fiat, che ha subito forti ribassi nelle vendite negli ultimi mesi, è confermato.

“Non mi piace usare la parola rilancio, direi quindi conferma del marchio Fiat”, ha aggiunto Gorlier.

Andrà avanti la produzione della Ypsilon perché ha una buona clientela affezionata.

Il trend di un calo della domanda nel diesel è confermato, ma la scadenza per un uscita dal 2021/2022, annunciata il primo giugno, è troppo ravvicinata e verrà quindi spostata in avanti.

Lo stabilimento polacco di Tychy resta centrale nella strategia del gruppo e sarà rafforzato con nuovi modelli.

Le indiscrezioni sulla vendita della controllata Comau sono “speculazioni”, secondo Gorlier. “Non ne so nulla”, ha aggiunto.

(Agnieszka Flak)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below