November 29, 2018 / 11:49 AM / 20 days ago

Essilorluxottica, ricerca Ceo da gennaio, nomina Milleri non in agenda

PARIGI (Reuters) - EssilorLuxottica, oggi alla sua prima assemblea dopo la fusione tra la francese Essilor e l’italiana Luxottica, ha ribadito che la ricerca del nuovo Ceo inizierà con il nuovo anno come da piani, ponendo fine a ogni speculazione.

Il marchio Luxottica riflesso in un paio d'occhiali, a Roma, il 4 febbraio 2016. REUTERS/Alessandro Bianchi/File Photo

“La ricerca di un nuovo Ceo inizierà a gennaio 2019. La nomina dell’AD di Luxottica Francesco Milleri non è in agenda”, ha detto il consigliere indipendente Olivier Pecoux in una dichiarazione per conto dell’intero Cda.

La fusione tra i due gruppi leader mondiali nell’occhialeria, Essilor per le lenti e Luxottica per le montature, è efficace dal primo ottobre, quando è avvenuto il conferimento a Essilor delle azioni Luxottica detenute da Leonardo Del Vecchio tramite Delfin. In base agli accordi per i primi tre anni i poteri sono egualmente divisi tra Leonardo Del Vecchio, primo azionista della società fusa e presidente e fondatore di Luxottica, e Hubert Sagnieres, Ceo di Essilor.

Un mese fa i co-Cfo di EssilorLuxottica hanno spiegato che dal prossimo gennaio partirà la ricerca di un AD, ma senza fretta.

Del Vecchio ha dichiarato qualche giorno dopo che avrebbe proposto Milleri, da anni suo braccio destro, per questo incarico.

Oggi in assemblea Del Vecchio ha confermato di voler rispettare gli accordi presi nel quadro della fusione.

Ieri intanto si è conclusa con successo l’Ops obbligatoria di EssilorLuxottica sulle azioni Luxottica non ancora possedute. Luxottica, controllata per circa il 93% dalla holding, verrà quindi delistata dopo una procedura di sell out (fino al 95% del capitale) e poi di squeeze out.

Delfin si trova così con poco più del 30% della società fusa, mentre il nocciolo dei soci Essilor ha circa il 4%; il resto è flottante.

Nel suo discorso d’apertura dell’assemblea il presidente esecutivo Leonardo Del Vecchio ha sottolineato che la fusione tra Essilor e Luxottica, da lui fondata 60 anni fa, è il coronamento del sogno di una vita. “Per chi non mi conosce, sono Leonardo Del Vecchio e ho 83 anni, settanta dei quali dedicati al lavoro”, ha detto.

“Da Essilor vogliamo ereditare la profonda cultura dell’azionariato diffuso, la capacità di coinvolgere i dipendenti nelle sorti dell’azienda e di promuovere una perfetta convergenza di interessi tra tutti gli stakeholder, a partire dalle nostre persone. Da Luxottica portiamo al nuovo gruppo le caratteristiche proprie della sua semplicità organizzativa: velocità decisionale e rapidità esecutiva, segno di una proprietà forte e di un azionista di riferimento di lungo corso”, ha proseguito.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below