November 27, 2018 / 9:26 AM / 21 days ago

Borse Asia/Pacifico tentano reazione a minacce Trump su dazi Cina

27 novembre (Reuters) - L’azionario dell’area Asia/Pacifico fatica a mantenersi tonico dopo che il presidente Usa Donald Trump ha gelato le attese di un allentamento delle tensioni commerciali con la Cina, attese che avevano consentito un brillante avvio di settimana.

In una intervista al Wall Street Journal, Trump ha detto che probabilmente andrà avanti con il piano di aumento dei dazi su 200 miliardi di dollari di importazioni cinesi al 25% dall’attuale 10%.

TOKYO chiude in rialzo dello 0,64% con il più ampio indice Topix a +0,73%. Si tratta della terza seduta consecutiva col segno più.

In Cina, SHANGHAI è poco sotto la parità dopo un avvio di seduta col segno più dopo tre giorni di perdite, con l’incertezza a pesare sui guadagni in vista dell’atteso incontro tra i leader di Usa e Cina al G20 argentino di questa settimana. HONG KONG perde lo 0,3% con Prada in controtendenza che sale di circa il 2%.

SIDNEY ha chiuso in rialzo di un punto guidata da bancari e commodity.

Bene anche SEUL che guadagna lo 0,79% grazie soprattutto ai titoli del comparto auto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below