November 2, 2018 / 11:36 AM / 14 days ago

Greggio, Brent positivo su ottimismo soluzione disputa Usa-Cina

LONDRA (Reuters) - I prezzi dei futures sul Brent procedono in moderato rialzo, invertendo la tendenza registrata sui mercati asiatici. La settimana, ad ogni modo, si avvia da andare in archivio col segno meno, con le quotazioni zavorrate dalle indiscrezioni sull’ok degli Usa ad alcuni paesi a rinviare l’applicazione delle sanzioni all’Iran.

** I mercati stanno beneficiando delle indiscrezioni su un accordo tra Washington e la Cina che risolva la disputa commerciale.

** Secondo quanto scritto da Bloomberg, il governo guidato da Donald Trump ha consentito a otto paesi — compresi Giappone, Corea del Sud e India — di continuare ad acquistare greggio dall’Iran.

** Trump e il presidente cinese, Xi Jinping, hanno espresso ottimismo sul raggiungimento di un compromesso.

** Goldman Sachs prevede che le esportazioni di greggio di Teheran entro la fine dell’anno scenderanno a 1,15 milioni di barili al giorno, rispetto ai circa 2,5 milioni di metà anno.

** Il calo della produzione iraniana viene più che compensato dall’incremento dell’output da parte di altri paesi: il ministero dell’energia russa, per esempio, ha reso noto che a ottobre sono stati prodotti 11,41 milioni di barili al giorno, massimo da trent’anni.

** Sempre il mese scorso l’Opec ha prodotto 33,31 milioni di barili al giorno, picco dal 2016.

** Anche gli Stati Uniti continuano ad incrementare l’output, attualmente ben oltre 11 milioni di barili al giorno.

** Proprio l’abbondanza di offerta dovrebbe tenere a freno i prezzi: secondo Goldman Sachs, infatti, il Brent dovrebbe scendere a 65 dollari il barile entro fine anno, a causa soprattutto dell’entrata in servizio dei nuovi gasdotti nel bacino di Permian (scisti).

** Attorno alle 12,10 italiane, il futures sulle consegne di Brent a dicembre si attesta a 73,21 dollari al barile (+0,32 dollari), dopo aver oscillato tra 72,46 e 73,50 dollari.

** Il contratto di riferimento sul greggio leggero Usa perde 0,02 dollari, a 63,67 dollari al barile, dopo aver oscillato fra 63,26 e 63,95 dollari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below