October 31, 2018 / 7:07 AM / 21 days ago

Borse Asia-Pacifico in rialzo, ma ottobre mese da dimenticare

31 ottobre (Reuters) - Le borse dell’area Asia-Pacifico sono positive, mentre la Cina riafferma gli impegni a sostenere il mercato interno, anche se la situazione resta fragile dopo che i mercati hanno bruciato nel corso del mese di ottobre migliaia di miliardi.

Il logo della Hong Kong Exchanges and Clearing Limited. Foto del 24 gennaio 2018. REUTERS/Bobby Yip/File Photo

Un insieme di fattori, dalla guerra commerciale tra Usa e Cina alle tensioni sui profitti delle aziende americane passando per la fine della politica di quantitative easing nelle economie sviluppate ha causato volatilità sui mercati nelle scorse settimane.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto di ritenere che un accordo con la Cina sia possibile, ma ha aggiunto che in caso contrario è pronto a imporre nuovi dazi per diversi miliardi.

L’indice MSCI delle borse regionali (che non comprende comunque Tokyo) ha registrato finora a ottobre un calo dell’11%, la performance peggiore dal settembre 2011.

La moneta cinese, lo yuan, è sotto pressione per i timori sul rallentamento dell’economia interna. Nuovi dati diffusi oggi indicano che il settore manifatturiero cinese è cresciuto a ottobre, ma al tasso più debole da oltre due anni, e che c’è un’ulteriore riduzione dell’export.

Intanto oggi i prezzi del petrolio segnano un leggero recupero, dopo che ieri avevano registrato un calo significativo sul timore per la crescita globale e anche per le scorte in aumento.

TOKYO ha chiuso in rialzo di oltre il 2%, rassicurata dai segnali che la Banca del Giappone manterrà la sua politica monetaria ultra-accommodante ancora per un po’ di tempo.

HONG KONG e SHANGHAI sono entrambe in netto rialzo, sull’onda dell’ottimismo per l’impegno delle autorità a sostenere l’economia nonostante i deboli dati sull’attività manifatturiera. Per l’ex colonia britannica comunque ottobre si avvia a essere il sesto mese consecutivo in perdita, la serie negativa più lunga dal 1982.

SYDNEY ha chiuso in rialzo, grazie alle banche, ma a ottobre il calo complessivo è stato di oltre il 6%. Positiva anche SEUL, che però ha perso a ottobre il 13,4%, la perdita peggiore da ottobre 2008.

SINGAPORE è in netto rialzo, ma ottobre è stato il mese peggiore da gennaio 2016.

MUMBAI è invece lievemente negativa, e il mese è stato il peggiore da febbraio di due anni fa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italiaLe top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below