October 26, 2018 / 3:48 PM / 23 days ago

Btp recupera dopo Pil Usa, attesa pronunciamento S&P

Un trader al lavoro alla borsa di Francoforte, il 6 aprile 2018. REUTERS/Ralph Orlowski

MILANO (Reuters) - Il secondario italiano recupera terreno dopo la pubblicazione del Pil Usa, mentre sul mercato permane una relativa tensione in attesa del verdetto di S&P sullo sfondo delle perduranti tensioni fra il governo italiano e le istituzioni europee.

** Lo spread in seduta è oscillato fra un massimo di 319 punti base e un minimo di 308, toccato dopo che i dati Usa hanno mostrato che l’espansione dell’economia ha visto nel terzo trimestre un rallentamento meno marcato delle attese.

** Dopo le aste di stamane e quelle sul Bot a 6 mesi in agenda lunedì, martedì prossimo 30 ottobre avrà luogo l’appuntamento chiave della tornata d’aste: i collocamenti a medio lungo in occasione dei quali il Tesoro metterà a disposizione degli investitori tra 4 e 5,5 miliardi di euro nelle riaperture del Btp a 5 anni, in quello a 10 anni e nel Ccteu 2025.

** Una nota del ministero dell’Economia ha inoltre comunicato oggi che fra lunedì 19 e giovedì 22 novembre verrà offerto il nuovo Btp Italia indicizzato all’inflazione nazionale, la cui durata torna a quattro anni. L’ultimo Btp Italia, collocato in maggio per 7,71 miliardi di euro, ha durata otto anni (maggio 2026) e stacca una cedola minima di 0,55%. Dalla prima emissione, risalente alla primavera del 2012, Via XX Settembre ha finora raccolto tramite lo strumento del Btp Italia poco meno di 150 miliardi.

** In serata a mercati americani chiusi è atteso quindi il pronunciamento di S&P che attualmente assegna all’Italia il giudizio ‘BBB’ con outlook stabile. Una settimana fa, Moody’s ha tagliato di un ‘notch’ il rating dell’Italia portandolo a ‘Baa3’ con outlook a stabile, citando l’inserimento di un deficit elevato nel documento programmatico di bilancio e l’assenza di un’agenda coerente di riforme che stimolino la crescita nel medio-lungo termine.

** Prosegue la preoccupazione relativa alla difficile trattativa tra Bruxelles e Roma sulla manovra 2019, con le tre settimane concesse dall’esecutivo Ue al governo italiano per formularne una nuova versione dopo la bocciatura di martedì scorso. Un funzionario Ue ha riferito che in una riunione questa settimana, alcuni alti funzionari della zona euro che sono al lavoro per il meeting dei ministri delle Finanze del blocco hanno espresso il proprio sostegno alla decisione della Commissione europea di respingere la manovra italiana per il 2019. Oggi invece il vicepremier Luigi Di Maio ha attaccato il il presidente della Bce Mario Draghi dicendo che con le sue parole non fa che peggiorare il clima nei confronti dell’Italia.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below