October 11, 2018 / 7:53 AM / 2 months ago

Saras, AD Scaffardi: cessione quota 10% Moratti non è disimpegno famiglia

MILANO (Reuters) - La cessione della quota del 10% da parte della famiglia Moratti, avvenuta ai primi di settembre, non va interpretata come un disimpegno da parte della famiglia, mentre è aumentata un po’ la quota del fondo Norges Bank.

Lo ha detto il ceo, Dario Scaffardi, a margine dell’Italian energy day.

“La cessione va vista come il tentativo di dare un po’ di ossigeno al titolo, di fare una razionalizzazione delle loro partecipazioni, assolutamente niente altro. Il commitment della famiglia sulla azienda è di lungo termine”, ha detto il manager.

Che ha aggiunto: “Non c’è un disimpegno, no assolutamente”.

Alla domanda se sia sia entrato qualche azionista di peso nel capitale, Scaffardi ha sottolineato che “Norges Bank ha aumentato un po’ di più la sua quota, ma azionisti di controllo no”.

Norges Bank detiene secondo gli ultimi dati il 3,191% del capitale, mentre la famiglia Moratti detiene il 40% dopo la cessione del 5% a testa da parte di Massimo Moratti SAPA e Mobro Spa.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below