October 9, 2018 / 10:44 AM / a month ago

GREGGIO, derivati in rialzo su rallentamento export Iran

LONDRA (Reuters) - Il greggio è in rialzo dopo grazie ai segnali di rallentamento delle esportazioni dall’Iran, il terzo produttore tra i paesi Opec, in attesa delle nuove sanzioni americane e alla parziale chiusura degli impianti nel Golfo del Messico per l’uragano Michael.

I compratori stanno cercando alternative al petrolio iraniano prima dell’entrata in vigore delle sanzioni statunitensi il 4 novembre. L’export è sceso a 1,1 milioni di barili al giorno (bpd) dai 2,5 milioni bpd di aprile.

** Alle 12 italiane il Brent LCoc1 sale di 76 centesimi arrivando a 84,64 dollari il barile dopo aver toccato il massimo di quattro anni la scorsa settimana.

** Il derivato Usa CLc1 guadagna 44 centesimi a 74,74 dollari.

** L’Arabia Saudita, maggior produttore dell’Opec, ha fatto sapere la scorsa settimana che riuscirà a incrementare ulteriormente la produzione, arrivando il prossimo mese a produrre 10,7 milioni di barili al giorno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below