September 27, 2018 / 7:02 AM / a year ago

Borse Asia-Pacifico in calo su dati industria cinese nonostante Federal Reserve

Un investitore davanti a un tabellone elettronico con l'andamento azionario, in una brokerage house di Shanghai. Foto dello scorso 7 settembre. REUTERS/Aly Song

27 settembre (Reuters) - I mercati dell’area Asia-Pacifico sono oggi in leggero calo, dopo i dati negativi dalla Cina sul profitto delle industrie, che rallentano per il quarto mese consecutivo.

Alle 8,40 circa ora italiana, l’indice MSCI, che non comprende il Nikkei giapponese, perde lo 0,1%.

Intanto, ieri la Federal Reserve Usa ha alzato come previsto il tassi d’interesse, e il rendimento dei bond americani è sceso di oltre 5 punti base. Una buona notizia per l’Asia e altri mercati emergenti, che sono stati sotto pressione per il timore che maggiori rendimenti per i buoni del Tesoro Usa avrebbero incoraggiato gli investitori a spostare fondi verso gli Stati Uniti, anche per le tensioni sino-americane sul commercio internazionale.

** TOKYO ha chiuso in calo di quasi l’1% dopo aver toccato in seduta i massimi da quasi otto mesi grazie al comparto auto, sull’onda della notizia che gli Usa non dovrebbero imporre per il momento ulteriori dazi sull’automotive giapponese.

** Anche SYDNEY ha chiuso in calo (-0,18%), appesantita dai titoli legati all’industria estrattiva, che hanno risentito del ribasso dei prezzi del rame, e dalle banche, in attesa di un nuovo rapporto atteso domani nell’ambito dell’indagine della Royal Commission su possibili illeciti nel settore finanziario.

** HONG KONG e SHANGHAI perdono circa lo 0,4%, appesantite dai dati sui profitti dell’industria, la cui crescita ad agosto è stata quasi la metà di quella di luglio. Aiuta solo in parte la notizia dell’inclusione di titoli cinesi nei benchmark Ftse Russell. Prada in controtendenza guadagna oltre il 3,6%.

** TAIWAN ha perso lo 0,6%.

** SEUL, chiusa fino a ieri per festività, ha terminato la seduta con un progresso dello 0,5%, nonostante l’apertura in calo. SINGAPORE è in rialzo per la settima seduta consecutiva (+0,4%), grazie soprattutto alle banche, mentre MUMBAI è in calo a causa del settore finanziario e per l’aumento dei dazi sull’import di alcuni beni “non-essenziali”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below