September 7, 2018 / 6:57 AM / 2 months ago

Borse Asia deboli su tensioni Usa-Cina

7 settembre (Reuters) - L’azionario dell’area Asia/Pacifico cede terreno sul timore che i nuovi dazi americani contro l’import cinese possano scattare in ogni momento.

Incide in negativo anche la debole performance dei titoli tecnologici a Wall street, che spinge al ribasso le analoghe società asiatiche.

L’indice MSCI, che non comprende il Nikkei giapponese, perde lo 0,3% e ritorna sui livelli di metà luglio 2017.

TOKYO ha chiuso in calo dello 0,8%, appesantito dall’apprezzamento dello yen e dalle indiscrezioni, riferite dalla CNBC, che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha acceso un faro sulle relazioni commerciali con il Giappone.

SHANGHAI è in lieve calo il giorno dopo la scadenza della consultazione pubblica sui dazi contro 200 miliardi di beni cinesi. Tra i titoli in evidenza, Juneyao Airlines avanza di quasi il 6% sulle ricoperture degli investirori dopo che i vettori aerei hanno perso terreno nei mesi scorsi a causa del debole yuan e dei prezzi in rialzo del greggio. HONG KONG perde lo 0,3%.

SYDNEY cede lo 0,3%. National Australia Bank, l’unica delle quattro grandi banche a non aver annunciato tassi in rialzo a causa dei crescenti costi di rifinanziamento, perde lo 0,3% dopo punte negative a -1,5%.

SINGAPORE torna sul livello più basso da 18 mesi con DBS che cede lo 0,8%.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below