August 30, 2018 / 9:02 AM / 3 months ago

Borse Asia in lieve calo su tensioni commerciali Usa-Cina

30 agosto (Reuters) - L’azionario dell’area Asia/Pacifico cede terreno sui nuovi timori legati alle trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina e in particolare ai nuovi dazi americani che a meno di sorprese entreranno in vigore a settembre.

Usa e Canada hanno mostrato ottimismo sulla possibilità di siglare un’intesa entro venerdì per rivedere il Nafta dopo l’analogo accordo tra Usa e Messico di martedì scorso.

Ciò nonostante l’indice MSCI, che non comprende il Nikkei giapponese, perde lo 0,3% a causa soprattutto dei listini cinesi.

TOKYO intanto ha chiuso la seduta in rialzo dellO 0,1% e ad un passo da quota 23.000 punti. I guadagni si concentrano sui titoli minerari (+1,3), con Inpex che è salita dell’1,4%.

SHANGHAI e HONG KONG perdono lo 0,9%. “Gli investitori restano cauti e pessimisti, persistono timori sui negoziati commerciali e i volumi sono bassi”, dice Yan Kaiwen di China Fortune Securities. Hengtong Optic-Electric perde il 5% sulla piazza continentale dopo utili semestrali inferiori alle attese.

SINGAPORE perde lo 0,7% appesantita dai titoli finanziari: United Overseas Bank lascia sul campo l’1,6%.

SEUL è in lieve rialzo. Tra i titoli in evidenza spiccano i produttori di acciaio come Posco (+0,5%) e Hyundai Steel (+0,6%). Washington ha infatti esentato Corea del Sud, Brasile e Argentina dai dazi sull’acciaio introdotti lo scorso mese di marzo.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below