August 21, 2018 / 12:37 PM / 3 months ago

Cina non cambierà politica riduzione leva finanziaria - vicegovernatore banca centrale

PECHINO (Reuters) - La banca centrale cinese confermerà la sua campagna improntata alla riduzione dei rischi nel sistema finanziario.

Lo ha detto il vicegovernatore Zhu Hexin oggi.

“La linea della diminuzione strutturale della leva finanziaria non cambierà”, ha detto Zhu.

Secondo il dirigente, la politica portata avanti finora ha già mostrato ottimi risultati, con la stabilizzazione progressiva della leva finanziaria e il rapporto debito Pil in diminuzione.

Per quanto riguarda lo yuan, il funzionario della banca centrale Lo Bi ha espresso la speranza che Stati Uniti e Cina possano negoziare sulla questione, facendo riferimento agli attacchi del presidente americano.

In una recente intervista a Reuters, Donald Trump ha infatti accusato la Cina di manipolare l’andamento della valuta per compensare l’effetto dei dazi americani.

Il dirigente ha assicurato ai giornalisti che il tasso di cambio della moneta cinese è determinato dalla domanda e dall’offerta del mercato, pur ammettendo che la flessibilità e la volatilità della valuta sono aumentate. Lo yuan è sceso nel confronto col dollaro per dieci settimane di seguito.

“Non procederemo con una svalutazione competitiva e non useremo la valuta come arma negli scontri commerciali”, ha detto Li, confermando la linea più volte indicata da Pechino.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below