June 4, 2018 / 11:17 AM / 3 months ago

Greggio in calo su record output Usa, dialogo Opec su aumento offerta

LONDRA (Reuters) - I futures sul greggio sono deboli nella mattinata londinese mentre i paesi Opec valutano un aumento dell’offerta per venire incontro alla crescente domanda globale e dopo il picco della produzione negli Stati Uniti.

“Ci avviciniamo all’estate, stagione di domanda elevata, e penso che vedremo un calo nelle scorte di greggio degli Usa anche se la produzione di ‘shale oil’ sta crescendo. Quale prevarrà è la questione”, spiega Tony Nunan, risk manager di Mitsubishi Corp.

Secondo i dati diffusi da Eia, la produzione di greggio negli Usa è cresciuta a marzo a 10,47 milioni di barili al giorni, record mensile. Nella settimana che si è chiusa l’1 giugno sono stati aggiunti due impianti di trivellazione, portando il totale a 861, massimo dal marzo 2015, secondo i dati forniti di Baker Hughes. È inoltre l’ottava volta nelle ultime nove settimane che aumentano le trivelle negli Usa.

Nel weekend i ministri del petrolio dei paesi arabi hanno concordato sulla necessità di una cooperazione continua tra i membri Opec e gli altri grandi produttori per bilanciare l’offerta globale, secondo quanto riferito l’agenzia stampa kuwaitiana Kuna.

Alle 12 italiane, il futures Brent cede 0,76% a 76,20 dollari al barile, mentre il derivato Usa perde 0,24% a 65,65 dollari.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below