May 23, 2018 / 4:02 PM / in 6 months

Btp chiudono in rosso, tensione politica gonfia spread fino a 196 punti base

MILANO (Reuters) - Finale di seduta poco sopra i minimi per il secondario italiano, colpito da una nuova pioggia di realizzi, meno violenta di quella di lunedì ma di sostanza, dopo il parziale recupero di ieri.

Btp chiudono in rosso, tensione politica gonfia spread fino a 196 pb REUTERS/Kai Pfaffenbach

** Il clima di fondo resta improntato a forte nervosismo, legato naturalmente in primo luogo al lento e faticoso svolgersi della matassa che non ha ancora portato Cinque Stelle e Lega a dar vita a un esecutivo in grado di governare.

** Le tensioni hanno fatto lievitare lo spread di rendimento tra decennale italiano e tedesco fino a una punta 196 punti base, nuovo massimo dall’8 giugno, e il tasso del dieci anni fino a 2,46%, record da marzo 2017.

** In chiusura entrambi i valori correggono leggermente dai massimi per attestarsi rispettivamente a 191 centesimi e 2,408%.

** Convocato al Quirinale per le 17,30, esattamente quando il mercato chiude, Giuseppe Conte potrebbe ricevere questa sera l’incarico da Sergio Mattarella.

** Da segnalare intorno a metà pomeriggio il recupero di una trentina di centesimi messo a segno dal futures sul decennale Btp, proprio in corrispondenza alle indiscrezioni raccolte da Reuters da una fonte che ha parlato direttamente con il presidente e riferisce che il Quirinale non gradisce che entrino nel governo economisti anti-euro e anti-Europa. La fonte ha però precisato che il nome di Paolo Savona — noto per le posizioni euroscettiche — non è stato ufficialmente fatto davanti al presidente.

** Un operatore mette in evidenza la correlazione tra i due eventi, facendo riferimento anche a un netto aumento dei volumi. Un secondo conferma la coincidenza del movimento ma parla di mercato nervoso, in preda principalmente alla volatilità.

** Indubbio che il clima di fondo di grande incertezza preoccupi seriamente i mercati, analisti e investitori.

** Pubblicate intorno a metà seduta le raccomandazioni ‘country specific’ della Commissione europea, che non intende far scattare la procedura contro l’Italia per eccesso di debito, ma non per questo trascura la massima rilevanza del problema.

** Nel documento presentato oggi, come previsto dalla tabella di marcia del semestre europeo, Bruxelles chiede a un’Italia formalmente ancora senza un governo di agire con concretezza per il rientro del debito intervenendo sul deficit strutturale, per arrivare a un avanzo primario — sempre in termini strutturali — che ne garantisca il decumulo. Nello specifico, la richiesta per l’anno prossimo è di un intervento di 0,6% sul deficit strutturale.

** A mercati chiusi da Via XX Settembre l’annuncio sull’asta di Ctz e Btp indicizzati di lunedì prossimo, con cui si aprono i collocamenti di fine mese.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below