April 3, 2018 / 8:30 AM / 7 months ago

Borsa Milano in rialzo meglio d'Europa, corrono Fca, Mediaset, Moncler

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude la prima seduta del secondo trimestre in lieve rialzo grazie ad alcuni singoli spunti su media, auto e lusso che hanno spinto la borsa milanese a registrare la migliore performance in un panorama europeo fiacco.

Operatori a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

Il mood sull’azionario europeo si mantiene cauto e attento ai movimenti di Wall Street, in recupero, dopo l’ultimo sell-off concentrato sui tecnologici, scatenato dal ritorno dei timori per una guerra commerciale che vedrebbe protagonisti Usa e Cina.

“E’ un mercato abbastanza volatile e che segue la borsa Usa. Oggi la tenuta dei livelli tecnici del Nasdaq sta aiutando l’azionario europeo a limitare le perdite”, commenta un trader che su Piazza Affari cita in particolare il sostegno di Fca e Eni.

** L’indice FTSE Mib termina in progresso dello 0,44% e l’Allshare dello 0,38% a fronte di un calo dello 0,45% dell’indice europeo STOXX 600. Volumi sull’azionario milanese attorno ai 2,5 miliardi di euro.

** MEDIASET festeggia con un balzo del 6,4% e volumi scoppiettanti — quasi sei volte la media mensile — l’accordo di partnership stretto con Sky Italia (gruppo Sky) sulla pay Tv Premium che ha portato molti analisti a rivedere al rialzo stime e target price..

** FIAT CHRYSLER balza del 7,3% grazie ai forti dati sulle immatricolazioni Usa a marzo, in crescita sopra le attese secondo i trader.

** Svetta anche MONCLER con volumi intensi, in rialzo del 6,4% circa tra le migliori performance dello Stoxx 600.

** A sostenere il FTSE Mib è anche ENI, in progresso dell’1% in una giornata positiva per le major petrolifere europee.

** BUZZI UNICEM in rialzo dell’1,9% dopo che Deutsche Bank ha rivisto in lieve calo il prezzo obiettivo, ma a 26 euro, livello ben superiori ai prezzi attuali.

** Bancari poco mossi malgrado il ritorno di scenari M&A apparsi sulla stampa. In particolare MPS perde il 2,2%, nonostante le indiscrezioni di stampa su possibili accordi per un’integrazione che citano anche Cassa Depositi e Prestiti.

** CREVAL sale dell’1,8% mentre continua a delinearsi l’azionariato post aumento di capitale che vede una forte presenza dei fondi. Dalle comunicazioni diffuse dalla Consob venerdì scorso si apprende che il 21 marzo Robert Pitts, tramite le società Steadfast Capital Management e Steadfast Advisors, è diventato il primo azionista del’istituto con una quota dell’8,554% del capitale.

** STM è il peggiore del listino principale con un calo di quasi il 3%, appesantito dal movimento negativo del settore ieri a Wall Street. Secondo indiscrezioni riportate da Bloomberg Apple potrebbe utilizzare propri microprocessori nei computer Mac dal 2020 rimpiazzando i chip oggi comprati da Intel. “Se confermata, la notizia avrebbe implicazioni negative per tutta la supply chain Apple, inclusa Stm”, commenta Equita Sim.

** TELECOM ITALIA cala dell’1,5%, dopo il tentativo di rimbalzo di giovedì e nonostante il presunto scontro tra il fondo Elliott e il primo azionista Vivendi i cui esiti sul fronte della governance restano incerti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below