March 14, 2018 / 11:40 AM / 9 months ago

Atlantia, alleanza strategica con Acs e Hochtief per comprare Abertis

di Stefano Bernabei e Francesca Landini

Il Ceo di Atlantia Giovanni Castellucci. REUTERS/Alessandro Garofalo

ROMA (Reuters) - Atlantia e Acs hanno raggiunto un accordo di partnership strategico che porterà alla creazione di una holding con cui acquisiranno insieme il gruppo autostradale spagnolo Abertis, al quale avevano puntato finora con offerte concorrenti.

Con questo accordo, raggiunto ieri sera e ufficializzato oggi, Atlantia ripensa il suo progetto iniziale di creare il maggior gruppo autostradale al mondo ma allarga il suo campo di azione in Francia, Spagna, Germania e America Latina, con un partner operativo nelle costruzioni come Acs.

Acs e la controllata Hochtief evitano una costosa guerra di Opa e allargano la loro attività alle concessioni, mentre Abertis entra in un gruppo a più alto rating e con un più ricco portafoglio di concessioni.

“Si tratta di un approccio cooperativo che risolve molti problemi”, dice una fonte che ha seguito da vicino la trattativa che è stata condotta in prima persona dall’AD di Atlantia Giovanni Castellucci e dal principale investitore di Acs e presidente del Real Madrid Florentino Perez.

Una nota di Atlantia di stamani, in attesa che nel pomeriggio si riunisca il cda, parla di “un contratto a lungo termine” per massimizzare la relazione strategica e le sinergie tra di loro ed Abertis in nuovi progetti comuni pubblico privati sia di costruzione che di gestione.

L’accordo, firmato nella serata di ieri a Madrid, prevede la creazione di una holding compartecipata e capitalizzata per 7 miliardi in cui il gruppo italiano avrà il 50% più una azione.

Per arrivare alla conquista di Abertis, l’Opa di Hochtief approvata da Cnmv il 13 marzo verrà modificata eliminando la parte in titoli dell’offerta: sarà tutta cash al prezzo inalterato di 18,36 euro per azione.

La holding sarà partecipata da Atlantia (50% più 1 azione), Acs (30%) e Hochtief (20% meno 1 azione), permettendo il consolidamento della holding e di Abertis da parte di Atlantia. E’ previsto un patto parasociale che regolerà la governance, includendo “maggioranze qualificate come prassi in questo tipo di operazioni”.

Questa società veicolo comprerà da Hochtief l’intera partecipazione in Abertis al prezzo che la società tedesca avrà pagato in Opa.

Hochtief farà un aumento di capitale da circa 6,43 milioni di azioni sottoscritto integralmente da Acs a 146,42 euro per azione. Acs venderà poi ad Atlantia azioni Hochtief fino a 2,5 miliardi allo stesso prezzo dell’aumento: Atlantia entra quindi nell’azionariato della società tedesca con una quota che fonti stimano pari a 25% circa.

Atlantia, in base alle intese, ritira la sua offerta per Abertis.

Questo accordo, dice Atlantia, è soggetto al via libera del cda, “alla stipula del finanziamento necessario per concludere l’operazione ed all’accordo tra le parti sui termini definitivi dei contratti che regolerebbero la stessa, che saranno eventualmente definiti nei prossimi giorni”.

Secondo due fonti, un gruppo di banche che includono UniCredit, Credit Suisse e Bnp Paribas hanno organizzato un finanziamento da 14 miliardi a supporto dell’operazione.

Nelle diverse borse di riferimento andamento differenziato per i titoli coinvolti. Netto rialzo per Acs e Hopchtief, calo oltre l’1% per Atlantia, stabilità per Abertis.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below