February 14, 2018 / 11:49 AM / 9 months ago

Greggio in calo per terzo giorno consecutivo su dati scorte Usa

Un giacimento petrolifero. REUTERS/Olesya Astakhova

LONDRA (Reuters) - Il greggio è in calo per il terzo giorno consecutivo, sotto pressione per i timori sulla produzione negli Usa che continua a crescere e su quanto questo impatterà sugli sforzi dell’Opec e dei suoi partner di tenere sotto controllo l’offerta globale.

** Le scorte di greggio degli Stati Uniti sono cresciute di 3,9 milioni di barili la scorsa settimana, secondo i dati diffusi ieri dall’American Petroleum Institute (Api). Il dato è frutto della crescita della produzione di oltre il 20% da metà 2016 a più di 10 milioni di barili al giorno, sorpassando quella dell’Arabia Saudita, che è il principale esportatore, e vicini a quelli della Russia che è il primo produttore al mondo.

** “Il dato Api è venuto fuori ribassista e questo sta impattando il mercato stamattina. È tutto molto stagionale, c’era da aspettarselo”, commenta Joel Hancock, analista di Natixis.

** Il futures Brent alle 12,40 italiane cede 0,53% a 62,39 dollari, mentre il derivato Usa perde 0,81% a 58,71 dollari.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below