September 7, 2017 / 5:43 PM / a year ago

Casse Rimini, Cesena e Miniato, fonti: da fondo volontario aumento per 427 milioni

ROMA (Reuters) - La soluzione per le casse di risparmio di Rimini, Cesena e San Miniato passa attraverso un aumento di capitale da oltre 400 milioni e una cartolarizzazione di quasi 1,3 miliardi, necessaria per eliminare dai bilanci oltre 3 miliardi di sofferenze.

In questo modo sarebbe spianata la strada all’acquisto da parte di CariParma, gruppo Credit Agricole, la cui manifestazione di interesse per i tre istituti scade il 15 settembre.

Oggi l’assemblea dello Schema volontario del Fondo interbancario di tutela dei depositi (Fitd), a cui aderiscono le banche italiane, ha raccolto contributi per 95 milioni, di cui 90 milioni al servizio dell’operazione, si legge in una nota, “elemento qualificante del complessivo progetto di risanamento delle tre Casse di Risparmio”.

Il fondo, secondo le fonti, è pronto a mobilitare in totale 640 milioni: 427 per l’aumento di capitale degli istituti e 213 per l’acquisto della tranche junior emessa nell’ambito della cartolarizzazione.

Lo schema volontario può impegnare direttamente 510 milioni tra 420 di risorse già in dotazione e i 90 milioni di oggi, spiegano le fonti.

I restanti 130 milioni derivano dalla cessione di CariCesena a CariParma, cifra che la banca si è impegnata a versare per i tre istituti “ripuliti” dalle sofferenze.

Quanto alla cartolarizzazione, la tranche senior è confermata a quota 416 milioni e sarà collocata tramite un ‘bridge loan’ o un private placement, per le fonti. Una terza fonte dice che si è optato per il bridge loan che è già stato chiuso con quattro banche, Intesa SanPaolo, Credit Suisse, Deutsche Bank e Hsbc.

La richiesta al ministero dell’Economia della Gacs, la garanzia pubblica sulla cartolarizzazione delle sofferenze, “si potrà fare in un momento successivo perché procedere ora allungherebbe i tempi dell’operazione”, dice una delle fonti.

La tranche mezzanina vale 634 milioni ma non è ancora definito il pool di investitori.

Atlante 2 investirà 250 milioni, 100 dei quali deriverebbero da un contributo di Fonspa.

Sarebbe della partita anche Sga, la ‘bad bank’ del Tesoro, con complessivi 150 milioni ma è da vedere se attraverso Atlante 2.

Restano ancora da trovare oltre 200 milioni. Secondo la terza fonte, sarebbero però arrivati altri impegni e il gap da colmare si sarebbe già ridotto a 150 milioni circa.

Non è stato possibile ottenere un commento da nessuno dei soggetti interessati.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below