4 settembre 2017 / 16:42 / 3 mesi fa

Borsa Milano in leggero calo, forte Leonardo, corre Fincantieri

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in leggero ribasso la prima seduta della settimana che si apre con un mercato innervosito per il test nucleare fatto dalla Corea del Nord e l‘inasprirsi dei rapporti con gli Stati Uniti.

La sede della Borsa di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini

La reazione degli investitori è tuttavia più contenuta rispetto alla precedente mossa nordcorana di fine agosto quando Pyongyang aveva lanciato un missile che aveva sorvolato il Giappone, segnale che i mercati non sembrano volere credere ad una escalation delle tensioni, secondo gli operatori.

La chiusura per festività di Wall Street lascia le borse europee senza direzione. I mercati, inoltre, attendono i nuovi dati macro previsti in settimana e soprattutto la riunione della Bce giovedì prossimo.

Il FTSEMib termina in calo dello 0,31% e l‘ALL Share dello 0,33%; l‘indice Star perde lo 0,13%; sull‘azionario milanese nel complesso i volumi sono sottili, con circa 1,5 miliardi di euro.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 scende dello 0,5%.

LEONARDO, miglior titolo del paniere principale, sale del 3,85% con volumi oltre tre volte e mezzo la media mensile, accelerando il movimento di recupero sulle suggestioni di un generale incremento delle spese per la Difesa dopo le provocazioni di Pyongyang.

Acquisti su GENERALI (+0,86) spinta dalla promozione di HSBC a “buy” con target a 17 euro.

Seduta sugli scudi per STM (+1,3%) che risale sui massimi di chiusura da inizio giugno appena sotto i 15 euro

In modesto rialzo ENI (+0,15%) e SAIPEM (+0,19%) che tengono meglio del settore in Europa.

Deboli FIAT CHRYSLER (-1,3%) ma soprattutto EXOR (-2,2%) colpite dai realizzi dopo le parole del Ceo di FCA Sergio Marchionne che ha detto di non aver ricevuto alcuna offerta e che non sta lavorando a nessun “grande accordo”, mentre ha ribadito i piani di spinoff per la componentistica.

Banche deboli come in Europa (-0,9% lo Stoxx) con BANCO BPM in fondo al FTSE Mib con -2,3 e BPER a -1,5%.

In calo dell‘1,7% TELECOM tra i peggiori del settore in Europa.

Fuori dall‘indice principale FINCANTIERI balza del 7,3% dopo le parole distensive giunte nel fine settimana dal ministro dell‘Economia francese che incontrerà Padoan l‘11 settembre.

Corre CALTAGIRONE EDITORE (+13,6%) molto sopra il prezzo d‘Opa.

Vola EEMS in rialzo del 23,7%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below