September 1, 2017 / 7:45 AM / 6 months ago

Borsa Milano chiude tonica con Europa, rally Fca

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude tonica in linea con le altre borse europee sostenuta da Wall Street dove il Dow Jones ha superato i 22.000 punti dopo dati sugli occupati inferiori alle attese, fattore che potrebbe rendere più cauto il cammino di normalizzazione dei tassi da parte della Federal Reserve.

** Il benchmark FTSE Mib ha terminato in rialzo dello 0,87% a 21.858 punti e l‘Allshare dello 0,85%. Progresso dello 0,6% per l‘indice Star. Volumi sul mercato per 2,1 miliardi di euro.

** L‘indice europeo FTSEurofirst 300 segna +0,7%.

** Corre FCA, che aggiorna i massimi storici a 13,5 euro dopo aver guadagnato oltre il 50% da inizio anno con volumi odierni superiori alla media. Il titolo, che ha accelerato dopo il miglioramento dell‘outlook sul rating da parte di S&P, continua a beneficiare delle nuove valutazioni da parte dei principali broker nell‘ipotesi di break-up del gruppo, dopo che l‘AD Sergio Marchionne ha parlato di scorporo di Alfa-Maserati, componentistica e Jeep-Ram. Oggi, inoltre, il gruppo ha annunciato vendite negli Usa superiori alle stime insieme alle altre case automobilistiche “Big Three” di Detroit. Gm, Ford e Fca hanno espresso prospettive ottimistiche, anticipando un aumento della domanda per sostituire i veicoli danneggiati dall‘uragano Harvey.

** Sugli scudi i bancari con il paniere di settore che chiude in rialzo dello 0,74%. Si distinguono i guadagni di UBI BANCA (+1,75%) e UNICREDIT (+1,23%).

** Sotto pressione in controtendenza CARIGE (-1%). Oggi il Ceo di Generali Philippe Donnet ha detto che la conversione in azioni del bond subordinato detenuto dalla compagnia non è all‘ordine del giorno.

** Nuova seduta in denaro per STMicro (+1,2% circa), fornitore di Apple sulle attese per la presentazione del nuovo iPhone.

** TELECOM ITALIA (TIM) in ribasso in assenza di novità, con la vicenda del golden power che continua a rappresentare un motivo di incertezza più che altro di natura politica. Vivendi ha ribadito quanto sostiene nei bilanci e cioè che non esercita controllo su Tim.

** Fra le bluechip restano indietro TENARIS - nonostante abbia rassicurato che non ci sono stati danni importanti ai siti industriali Usa, colpiti dall‘uragano Harvey - e persiste la debolezza di MEDIASET.

** Rimbalzo deciso per BIM dopo lo scivolone dei giorni scorsi sulle voci di offerte inferiori ai valori di borsa della banca.

** CALTAGIRONE termina sui valori dell‘asta di volatilità, dove ha segnato 1,3210 euro (+9,72%), massimi da inizio maggio 2014. Secondo Repubblica alcuni fondi - tra cui Amber che ha il 5,5% del gruppo editoriale secondo Consob - starebbero raccogliendo azioni del gruppo editoriale per impedirne il ritiro dal listino.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below