25 agosto 2017 / 06:45 / 2 mesi fa

Borse Asia-Pacifico restano positive, dollaro si rafforza

(Reuters) - L‘indice delle borse dell‘area Asia-Pacifico viaggia in lieve rialzo anche oggi, nonostante la performance negativa di Wall Street e le tensioni politiche interne Usa, mentre il dollaro si rafforza e l‘attenzione degli investitori è volta soprattutto alla conferenza delle banche centrali di Jackson Hole.

Singapore Stock Exchange, la borsa di Singapore. Foto del 19 luglio 2017. REUTERS/Edgar Su

L‘indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,20 segna +0,2% a 531,30 punti. La borsa giapponese ha chiuso in rialzo dello 0,5%.

La presidente della Federal Reserve Janet Yellen e il capo della Bce Mario Draghi parleranno oggi a Jackson Hole rispettivamente alle 16 e alle 21 ora italiana: “Le attese di ulteriori aumenti dei tassi (da parte della Fed) quest‘anno sono state temperate dalla persistenza della bassa inflazione, mentre alcuni esponenti della Federal Reserve chiedono di bloccare il piano di rialzi dei tassi”, dice William O‘Loughlin, investment analyst di Rivkin da Sydney. “Anche Draghi parlerà, e i mercati sperano che riveli i dettagli del piano della Bce per il tapering”.

Il dollaro ieri ha guadagnato lo 0,5% sullo yen, e oggi lo 0,4%. Il rialzo è stato aiutato dal dato Usa sulla disoccupazione, migliore delle attese.

Il petrolio è in rialzo, dopo la chiusura di alcune raffinerie a causa dell‘uragano Harvey nel Golfo del Messico, riducendo la domanda a breve di grezzo. Il rame resta vicino ai massimi da tre anni.

** SYDNEY ha chiuso sostanzialmente piatta, a causa della performance negativa di banche e titoli minerari, questi ultimi a causa delle prese di profitto dopo il rally di questi giorni.

** SHANGHAI è in forte rialzo e questa settimana si avvia a essere la migliore degli ultimi 20 mesi, grazie in particolare ai titoli finanziari e a quelli legati alle materie estrattive. Anche HONG KONG è ampiamente positiva, aiutata dalle buone propspettive dell‘economia cinese. Prada +0,85% circa.

** SEUL è sostanzialmente piatta, anche in attesa della sentenza del processo per corruzione contro il vice presidente di Samsung Jay Y. Lee. Il titolo Samsung perde l‘1,4% circa: pesano anche le prese di profitto da parte degli investitori stranieri, dicono gli analisti.

** TAIWAN ha chiuso in rialzo dello 0,3%, MUMBAI è piatta, SINGAPORE è in calo per la debolezza del comparto finanziario e di quello immobiliare, ma si avvia a chiudere la settimana in rialzo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below