18 maggio 2017 / 09:00 / tra 7 mesi

Forex, dollaro sotto pressione, domina avversione rischio per guai Trump

NEW YORK (Reuters) - Il dollaro si conferma in una fase di debolezza, legata al momento di difficoltà politica del presidente Usa Donald Trump, che secondo alcuni osservatori potrebbe anche ulteriormente influire sulle attese per un nuovo rialzo dei tassi Fed a giugno, già indebolite da una serie di dati non brillanti giunti dall‘economia nell‘ultimo mese.

Reduce dalla flessione più ampia da quasi un anno nella seduta di ieri, il biglietto verde resta sui minimi da sei mesi nei confronti del paniere delle principali divise internazionali, nonostante in timido tentativo di recupero visto in mattinata, di fatto già rientrato.

Ad inizio pomeriggio, l‘euro/dollaro si conferma in lieve arretramento, poco sopra quota 1,1100, senza però allontanarsi troppo da quota 1,1174 vista a inizio seduta, il livello più alto dai sei mesi.

Il dollaro/yen, risalito in mattinata fino 111,41, è tornato a cedere terreno fino a 110,24, aggiornando i minimi da tre settimane registrati ieri sera, complice anche uno yen sostenuto dal buon dato odierno sul Pil giapponese del primo trimestre [nL8N1IK0PV].

I dati Usa del primo pomeriggio -- richieste di sussidi di disoccupazione e indice Fed Filadelfia, entrambi migliori delle attese -- non offrono che un supposto molto circoscritto al biglietto verde.

“L‘avversione al rischio è tornata ad essere assai diffusa, principalmente a causa della tempesta politica attorno a Trump negli Usa”, spiega l‘analista del broker Oanda Craig Erlam. “Non credo che al momento queste notizie possano mettere in discussione l‘agenda di Trump, ma certo i mercati dovranno riflettere sulle sfide che lo attendono ora”.

Il dipartimento di Giustizia Usa, su pressioni della Camera, ha nominato un consulente speciale per indagare su presunte interferenze durante le elezioni presidenziali di novembre e su possibili collegamenti tra la campagna di Trump e la Russia. Su Trump aleggia addirittura la minaccia di impeachment, per aver chiesto all‘allora responsabile dell‘Fbi James Comey di interrompere un‘inchiesta sui rapporti tra l‘ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn e Mosca.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below