20 ottobre 2016 / 09:52 / un anno fa

Petrolio, Russia potrebbe aumentare produzione in futuro

VERONA (Reuters) - La Russia, principale produttore di petrolio al mondo, in futuro potrebbe aumentare ulteriormente la produzione di idrocarburi portandola a 200 milioni di tonnellate l‘anno.

E’ quanto ha detto Igor Sechin, numero uno di Rosneft, nel corso del forum euroasiatico in corso a Verona.

“Il livello di estrazione del petrolio per quest‘anno rimarrà sotto i livelli del 2015”, ha aggiunto Sechin, evidenziando che “l‘Europa nei prossimi 15 anni ridurrà i consumi del 15% mentre in Asia cresceranno del 40%”.

Secondo Sechin, “nel prossimo anno e mezzo dovremmo vedere la fine del surplus sui mercati globali di gas e l‘inizio del processo di normalizzazione”. Il numero uno del gigante dell‘energia russo vede il prezzo del petrolio sopra i 55 dollari al barile fra 18 mesi.

Infine, Sechin ha rilevato che “Rosneft da sola potrebbe garantire una serie di progetti da 100 miliardi di dollari per creare un ponte energetico Europa-Asia-Pacifico”.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below