19 ottobre 2016 / 11:03 / in un anno

Greggio, prezzi in salita su discesa produzione cinese, scorte Usa

LONDRA (Reuters) - Quotazioni in salita di oltre l‘1% oggi negli scambi londinesi, sostenute dalla flessione della produzione del 9,8% in Cina -- vicino ai minimi di sei anni -- e delle scorte Usa (dati Api di ieri), oltre che da una dichiarazione ottimistica dell‘organizzazione dei produttori sulla riduzione in programma dell‘offerta.

Secondo i trader, inoltre, un dollaro leggermente più debole ha dato ulteriore vigore ai prezzi.

Intorno alle 12,40 ora italiana il derivato sul Brent tratta in rialzo di 65 cents a 52,33 dollari il barile mentre il West Texas Intermediate (WTI) Usa con un progresso di 68 cents a 50,97 dollari.

Il ministro saudita dell‘Energia Khalid al-Falih ha detto oggi che il mercato del petrolio si trova alla fine di un significativo ritracciamento a mano a mano che i fondamentali migliorano e offerta e domanda si ribilanciano. Il ministro ha sollecitato i produttori non Opec ad aiutare a stabilizzare il mercato, affermando che il ruolo di questi ultimi è tanto cruciale quanto quello dei membri Opec.

Oggi sono attesi i dati ufficiali sulle scorte di greggio e benzina a cura dell‘Energy Information Administration (EIA) statunitense. Se si evidenziasse un‘altra flessione, si tratterebbe della sesta discesa consecutiva in sette settimane.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below